Carabiniere castelvetranese fra gli “eroi” del “bus del terrore”

C’è anche Aldo Alberto Leone fra gli eroi carabinieri che hanno salvato la vita a 51 ragazzini sullo scuolabus guidato da un autista di origini senegalesi che li ha presi in ostaggio minacciandoli di morte la scorsa settimana. Leone, 31 anni, è nato a Castelvetrano, dove torna spesso in visita della madre e della sorella. Presta servizio nella stazione dei carabinieri di Paullo in provincia di Milano dove è avvenuto il “fattaccio”. Leone per salvare i ragazzini dall’autobus in fiamme si è anche ferito ad una mano.

Abbiamo fatto solo il nostro dovere  perché ogni giorno siamo vicino alla gente in mezzo alla strada.
È stata molto dura, dopo avere liberato i ragazzi siamo riusciti a salvare dalle fiamme anche lo stesso sequestratore. Abbiamo salvato tutti senza sparare un colpo. E salvare “tutti” è stata la felicità più grande!!! Vedevamo i ragazzi implorarci di intervenire, quelle facce stravolte dalla paura schiacciate sui vetri che chiedevano solo il nostro aiuto, la loro voglia di vivere… Poi la decisione di fare presto, ogni istante era fondamentale, assieme agli altri colleghi, quasi istintivamente intendendoci con lo sguardo, abbiamo rotto i vetri e forzato le porte della parte posteriore dell’autobus, così i ragazzi sono riusciti a scappare, altri li abbiamo tirati via mentre le fiamme già divampavano.
Penso che i castelvetranesi hanno sempre avuto l’oro tra le mani, come semplicemente quel mare favoloso, ma non lo hanno mai saputo sfruttare o forse non lo hanno mai voluto, altrimenti non riesco a spiegarmi molte cose che non funzionano, soprattutto le più quotidiane, le più semplici. È andata bene, anche grazie alla loro prontezza, sono stati fantastici dall’inizio alla fine di quell’incubo, ingranaggio fondamentale.

Le tristi vicende, le tante difficoltà, che per troppo tempo stanno coinvolgendo la mia Castelvetrano mi rattristano. Penso che i castelvetranesi hanno sempre avuto l’oro tra le mani, come semplicemente quel mare favoloso, ma non lo hanno mai saputo sfruttare o forse non lo hanno mai voluto, altrimenti non riesco a spiegarmi molte cose che non funzionano, soprattutto le più quotidiane, le più semplici.Spero che le nuove generazioni di Castelvetrano, portino una ventata di aria pura in ogni dove, con il loro nuovo modo di vivere la vita, di vedere le cose. Spero che questi  giovani prendano a cuore la città, anche sfruttando le esperienze di vita e lavoro fatte lontano da casa, per ridare luce alla nostra Città, per darle quello che merita veramente e non quella che è adesso, aiutandola a risorgere dalle sue ceneri. So che a Castelvetrano ci sono tante brave persone, oneste, umili, lavoratori instancabili e capaci, gente vera. Quindi cosa aspettiamo!? Rimboccare le maniche, testa bassa e pedalare, la vita non regala niente a nessuno!!! Forza ragazzi siete il futuro di Castelvetrano, il futuro di voi stessi!!!

Questo il messaggio di forza e di coraggio dato da Aldo Alberto Leone, “eroe” nostrano che da 10 anni indossa la divisa di carabiniere.


fonte castelvetranonews

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.