Troppi misteri sulla morte di Nicoletta: soldi, droga e sesso il movente?

Il silenzio assordante di Margareta e la laconica ammissione del brutale omicidio di Bonetta sono le uniche poche cose che compongono l’intricato mosaico del post omicidio di Nicoletta”faccia d’angelo” trucidata con violenza bestiale e data alle fiamme nel maldestro tentativo di eliminare ogni traccia. Margareta tace e Bonetta dice e non dice. Sono passati 12 giorni dal macabro ritrovamento del corpo martoriato di Nicoletta in contrada Sant’Onofrio e le cose che si possono affermare con certezza sono queste: Nicoletta esce sabato 17 marzo intorno alle 21 con Margareta e va al bar di via Roma dove le vedono in tanti e in tanti le vedono anche andar via insieme. Nicoletta entra su Whatsapp alle ore 21.40 e poi basta. Poi viene uccisa con 12 coltellate di cui una alla vena giugulare. Il corpo viene parzialmente bruciato e lasciato nel vigneto. Dopo il terribile omicidio, Margareta e Bonetta si mettono in auto, passando da Mazara buttano il coltello dal cavalcavia sopra il fiume Mazaro lungo la Statale 115 prima di arrivare belli e freschi alle 2 di notte all’Area14 presso lo svincolo di Castelvetrano. Lì li vedono in tanti ballare sorridenti il caraibico. I genitori di Nicoletta denunciano la scomparsa della loro figlia non riuscendo a contattarla.

A questo punto scattano le indagini e Bonetta e Margareta vengono interrogati. Bonetta crolla e confessa e fa ritrovare il corpo di Nicoletta all’alba del 20 marzo nel vigneto. E qui iniziano le domande misteriose tuttora senza risposta. Stando a quanto detto inizialmente da Margareta, Bonetta si sarebbe nascosto nel portabagagli della Y10 e poi una volta arrivati sul luogo del delitto sarebbe uscito fuori. Margareta si discolpa asserendo che lei credeva che Carmelo volesse fare uno scherzo a Nicoletta per “punirla” in quanto la giovane avrebbe messo in giro maldicenze sul loro conto.

Ma Carmelo, invece, l’avrebbe uccisa con 12 coltellate mentre lei, sotto choc, sviene. Ma come ha fatto Carmelo Bonetta a stare dentro il portabagagli dell’utilitaria? E’ alto 1.83 cm e non è un fuscello. Sul luogo del delitto c’è poco sangue e non è “normale”. Colpita alla giugulare, la vena carica di sangue, sul luogo del delitto, c’è paradossalmente poco liquido ematico. Nicoletta è stata uccisa da un’altra parte? E come mai i due assassini riescono ad arrivare alle 2 del mattino a Castelvetrano se Nicoletta è stata uccisa all’una? Come hanno fatto a cambiarsi d’abito e pulirsi e arrivare in poco tempo a Castelvetrano dove, anche correndo, ci si impiega almeno 50 minuti? C’erano altre persone con loro? chi ha ucciso Nicoletta Indelicato? Perchè è stata uccisa? Certo non per gelosia in quanto Margareta e Carmelo non erano fidanzati. Margareta chiedeva soldi a Nicoletta ma li chiedeva a tanti. Che giro c’è dietro la morte della bella giovane? Qualcuno ipotizza che ci sia anche un collegamento con l’auto data alle fiamme un mese fa a Trapani e con l’incendio del deposito delle barche di via Mazara a Marsala avvenuto 2 giorni dopo il ritrovamento del corpo della Indelicato. Voci, sussurri, grida inascoltate alimentano il fitto mistero. C’è un giro sporco fatto di droga e di sesso che ha voluto la morte di Nicoletta? Margareta “usciva” con uomini facoltosi della provincia: questo è quanto si dice in giro. Chi sono? Hanno avuto un ruolo in tutto questo? Perchè Margareta era sempre in cerca di denaro se lavorava come badante e come segretaria? Come riusciva ad avere tempo per fare entrambe le cose? Domande e supposizioni senza vere certezze, questa è ancora l’unica verità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.