Muore di crepacuore dopo la morte del figlio travolto dal treno

Il suo cuore non ha retto al dolore per la tragica morte del figlio travolto dal treno mentre raccoglieva erba vicino ai binari. Gioacchino Di Grigoli, 71 anni, è morto di crepacuore mentre dormiva, a 48 ore dalla morte di Giovanni, 48 anni, bracciante agricolo ucciso sabato dal convoglio ferroviario Licata-Agrigento. Gioacchino era malato di cuore ed è stato trovato morto dalla moglie nel letto, deceduto per cause naturali. Padre e figlio erano originari di Canicattì.

I funerali di padre e figlio si terranno in maniera congiunta nella chiesa di Gesù Amore Misericordioso nel quartiere Oltreponte, dove vive la famiglia Di Grigoli. Intanto continuano le indagini per fare chiarezza sull’incidente ferroviario che ha ucciso il bracciante agricolo.

.