Pasticcio in Procura: tornano liberi i 27 arrestati accusati di far parte della loggia segreta di Castelvetrano

Notizia choc quella appena giunta: il tribunale del Riesame di Palermo ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare per i 27 arrestati nell’operazione anticrimine denominata “Artemisia” messa a segno il 21 marzo scorso. Nell’operazione erano finiti in manette l’ex presidente dell’Assemblea Regionale Sicilia, Francesco Cascio e Giovanni Lo Sciuto, politico castelvetranese accusati di far parte della loggia segreta di Castelvetrano che avrebbe condizionato gli affari e gli appalti in tutta la Sicilia. Secondo il Tribunale del Riesame, l’Autorità Giudiziaria competente sarebbe Palermo e non Trapani perchè il reato più grave contestato dai PM, il peculato, sarebbe stato commesso a Palermo e non nell’ex capoluogo di provincia.

Cascio era ai domiciliari e sta per essere liberato. Ora il tribunale del Riesame ha ordinato la trasmissione degli atti alla procura di Trapani perché invii il fascicolo ai colleghi palermitani. La decisione dei giudici fa cadere l’intera misura cautelare.