Cambio destinazione d’uso per il Palazzetto dello Sport: ora è lo stendi panni dei rom

Dodici anni di chiusura non hanno “giocato” a suo favore. E non è un caso se usiamo il verbo “giocare”, dato che, nella sua vocazione, questo dovrebbe essere il verbo adatto. E invece no. Al Palazzetto dello Sport di Marsala, non si gioca da oltre 13 anni. La struttura è stata dichiarata inagibile dai vigili del fuoco nel 2005 e da allora, fra rinvii, rimpiazzi, promesse e cantieri più o meno utili, il tempo è volato via senza che si arrivasse a qualcosa di veramente concreto. Intanto però, i soldini si sono spesi, soldi pubblici, finiti nel gran calderone delle opere mai completate che nel nostro Paese , purtroppo non sono una rarità. Tanto per non andare troppo lontano nel tempo, solo nel novembre del 2015, i lavori già fatti al Palazzetto dello Sport ammontavano alla modica cifra di 500 mila euro, un miliardo delle vecchie lire per intenderci. Con questa bella cifretta erano state realizzate 4 uscite di sicurezza, i bagni, il pompaggio antincendio, il ripristino di tutte le aperture, la sostituzione dei cancelli, la collocazione di due boiler d’acqua calda negli spogliatoi. Ma non era ancora tutto. Ancora mancavano altre cosette come la sostituzione della grondaie in rame, il ripristino dell’illuminazione esterna, la tinteggiatura delle pareti interne, il parquet per giocare ovviamente a basket. Il tutto, ovviamente aggiungendo altri 150 mila euro.

Da allora, nonostante i lavori fatti, il Palazzetto è rimasto chiuso. L’assessore allo Sport Andrea Baiata e il sindaco Alberto Di Girolamo, l’anno scorso ne avevano annunciato l’imminente apertura e addirittura avevano già fatto la procedura d’affidamento alla Società Sportiva pallamano femminile “Le Ali” che ha fatto pure un ottimo campionato e che ha mire espansionistiche anche nella massima serie, ma così, a ben vedere, non è stato. Nel frattempo i rom, capaci di adattarsi e inclini a un invidiabile pragmatismo, hanno fatto di necessità, virtù. I cancelli, nuovi, freschi, freschi, sono usati come stendi panni. Una bella trovata, non c’è che dire. Una trovata abbastanza costosa ma almeno utile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.