Ucciso ex pentito di mafia a Chiavari: era un boss della cosca Pulvirenti

Il cadavere di Orazio Pino, 70 anni, originario di Misterbianco, in provincia di Catania, è stato rinvenuto ieri sera nei pressi di un parcheggio vicino un supermercato di Chiavarti, comune in provincia di Genova. Pino, secondo le prime indagini, è stato ucciso con un colpo di pistola di piccolo calibro alla nuca. L’ex collaboratore di giustizia, gestiva con la famiglia, un negozio di gioielli a Chiavari e non è ancora certo che si sia trattato di un tentativo di rapina. Non si sa se Pino avesse con sè preziosi mentre si stava dirigendo alla propria auto posteggiata. L’uomo è stato uno dei più importanti pentiti di mafia e ha consentito di fare luce sulle sanguinose faide della mafia catanese.
Il suo profilo criminale è descritto negli atti giudiziari come quello di un personaggio di spicco della famiglia mafiosa di Giuseppe Pulvirenti detto “u Malpassotu”. Pino, a sua volta, è stato un killer con alle spalle decine di omicidi ed era ritenuto vicino anche al clan di Nitto Santapaola.

Dopo varie condanne, due settimane fa aveva chiuso i conti con la giustizia e già nel 2009 era uscito dal programma di protezione accedendo ad una cospicua liquidazione con la quale aveva aperto la sua oreficeria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.