Emergenza rifiuti in provincia: fino a lunedì nessuna raccolta dell’organico

Marsala, Largo Dittatura

Le strade e gli angoli delle città in provincia di Trapani sono invase dai rifiuti. Non è stata effettuata nessuna raccolta e i cittadini non ne vogliono sapere di tenersi in casa le “puzzolenti” scorie, i resti delle mangiate fatte in questi giorni, Pasqua, Pasquetta e 25 aprile per intenderci. Il risultato è un arrembaggio generalizzato di inciviltà, un ritorno al “sacchetto selvaggio” da lasciare ad ogni piè sospinto in qualsiasi posto.

Alcamo centro

Marsala, Trapani, Alcamo, Mazara, è tutto un tripudio di sacchetti di spazzatura abbandonati e mai raccolti con buona pace del turismo. Le località del trapanese, visitate in questi giorni “vacanzieri” da qualche turista, nonostante gli impedimenti causati dalla quasi inattività dell’aeroporto di Birgi, non lasciano di certo un buon ricordo. Il lungo “ponte di Pasqua”, ha infatti fatto sì che le città d’arte e di villeggiatura siano state le mete preferite da molti turisti in molte parte d’Italia e di Sicilia. E chi viene qui, da noi, cosa trova? Munnizza. Questo trova. Che ne sanno i turisti della chiusura della discarica di Belpasso, vicino Catania? Che ne sanno del sequestro della marsalese Sicilfert dove fino a 2 mesi fa veniva conferito l’organico della provincia? Nulla ne sanno e niente ne dovrebbero sapere, perchè, a chi sceglie di visitare un luogo attraente come il nostro, dovrebbero interessare solo le bellezze paesaggistiche, il mare, le riserve naturali, l’aria fresca, il vento, la cultura e non la spazzatura.

Marsala centro

Ecco alcune foto scattate in questi giorni in provincia di Trapani che rappresentano in modo eloquente la situazione. L’assessore marsalese Agostino Licari ha però annunciato che da lunedì le cose torneranno a posto. Ipse dixit.

Rotatoria Porto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.