Kuwait Airways a Birgi? i dubbi dell’esperto

Si susseguono voci sempre più insistenti che vedrebbero la compagnia aerea internazionale araba Kuwait Airways interessata a volare da e per Birgi, il nostro vicino aeroporto interessato da una crisi senza precedenti. Pare che questa compagnia area sia intenzionata a valutare la creazione di una base proprio nel nostrano “Vincenzo Florio”. Tra l’altro, pare che non chiederebbe neanche soldi anche perchè, ( e non è da poco) viste e considerate le esigue condizioni in cui versa l’aeroporto, che di certo non sciala in questo momento, chi dovrebbe darglieli? . Pare che la trattativa sia stata portata avanti da Giovanni Marrone, un trapanese “emigrato” nel ricco nord, C.E.O. di Vanity Channel ADV (società di comunicazione) di Milano, C.E.O. di Brown Business Administration LTD (società di brokerage) che ha sede a Londra, nonchè C.E.O. della MR Comunication Kuwait che è la società referente per l’international business in Kuwait. Tutto bello e perfetto dunque? Macchè! Un esperto di aeroporti come Alessandro Riolo ha avanzato dubbi e perplessità su questa trattativa. Secondo Riolo, ”
una compagnia extra UE non puó aprire una base nella UE (non hanno diritto ad ottava e nona libertá, cioé non possono fare cabotaggio). Gli arabi della Kuwait Airway potrebbero chiedere qualche “quinta libertá”, (leggi sotto) ma non sarebbe una base. Tale base ( che dovrebbe essere concessa dal governo italiano) , si troverebbe a dover contrastare (1) gli altri paesi europei, (2) gli USA, (3) Alitalia, (4) tutte le compagnie europee, (5) tutte le compagnie statunitensi. Il governo italiano ogni tanto lo fa per Malpensa, ma per Birgi?

Quinta libertà: Il diritto degli aeromobili di uno Stato contraente di imbarcare nel territorio dello Stato contraente passeggeri, posta o merci, con destinazione nel territorio di qualsiasi altro Stato contraente e sbarcare passeggeri, posta o merci, provenienti dal territorio di qualsiasi altro Stato contraente. 8. Ottava libertà: Le compagnie dell’Unione Europea possono trasportare passeggeri tra due Paesi diversi dal proprio (Questa libertà, denominata Cabotaggio, è utilizzata solo dalle grandi compagnie per gli elevati costi di gestione/manutenzione fuori sede) 9. Nona libertà: Le compagnie dell’Unione Europea possono operare voli all’interno di un Paese e vendere la sola tratta domestica, con origine e/o destinazione nel Paese di appartenenza (Cabotaggio totale).





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.