Giallo a Palermo: la polacca è morta per infarto ma il compagno è indagato

luogo in cui è stato trovato il corpo (foto palermorepubblica)

La donna di origine polacca, Anna Alexandra Hrynkiewicz, morta venerdì scorso intorno alle ore 3 del mattino, per strada, in prossimità dell’abitazione che condivideva con il compagno Carlo Di Liberto, 43 anni, è morta per infarto e non per una caduta accidentale dal marciapiede su cui stava camminando. Lo ha stabilito l’esame autoptico disposto sulla salma della donna, la quale, pochi minuti prima di uscire da casa, aveva avuto una violenta lite con Di Liberto. L’uomo l’aveva colpita con schiaffi e forse anche con un oggetto che le aveva procurato una profonda ferita alla testa. Molto probabilmente, la donna è stata colta da malore mentre camminava ed è morta ma non sarebbe stata la ferita alla testa la causa del decesso.

Per avere la certezza dell’infarto comunque, si dovrà attendere l’esito di ulteriori esami sui tessuti del cuore. La polacca si è accasciata sul marciapiedi di via Settembrini nel quartiere palermitano della Noce. Si continua a cercare l’oggetto con la quale la donna è stata colpita dal compagno prima di uscire. La donna ha anche lividi sul volto causati dagli schiaffi. Di Liberto continua ad essere indagato in quanto potrebbe aver causato, in teoria, l’infarto alla compagna dandole quel colpo in testa. Si attendono ulteriori sviluppi della vicenda per stabilire cosa abbia davvero causato il malore ad Anna Alexandra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.