Kalós, dopo sei anni di sosta torna la storica rivista

La rivista Kalós, nell’anno del suo trentennale, dopo sei anni di sosta riparte e mette l’accento sul bello. La storica rivista, fondata nel 1989 da Nicola Sieli e dedicata al patrimonio culturale e artistico dell’Isola, sarà presentata sabato 8 giugno, alle 18, all’interno di Una Marina di Libri all’Orto Botanico di Palermo. Sul palco i componenti del comitato scientifico e gli autori del primo numero della rivista, insieme al direttore editoriale di Kalós Salvino Leone e alla giornalista Rai Tiziana Martorana.

Rinnovata nella forma e nei contenuti la nuova serie della rivista, già a partire da questo primo numero, presenta una panoramica delle diverse sfaccettature che Kalós si propone di offrire. Oltre agli articoli legati alla storia dell’arte, all’archeologia, ai restauri e a tutti quei luoghi nascosti dell’Isola, da sempre nel Dna della rivista, la pubblicazione si apre a nuovi orizzonti che spaziano dalla street art al design, dalla land art all’illustrazione. Un accento sul bello in tutti i suoi aspetti. A garanzia dello spessore contenutistico la rivista, sotto la direzione di Salvino Leone, si avvale di un comitato scientifico costituito da prestigiosi esperti dei vari settori in cui si collocheranno gli studi pubblicati: Carmelo Bongiorno, Santi Centineo, Emanuele Crescimanno, Maria Concetta Di Natale, Cinzia Ferrara, Francesca Paola Massara, Ferdinando Maurici, Maria Antonietta Spadaro, Francesca Spatafora, Sergio Troisi.

Due le rubriche, la prima – Primo piano a cura di Agata Polizzi – relativa all’attualità, contestuale o futura, perché la fruizione nasce dalla conoscenza e dalla partecipazione; la seconda – Letture a cura di Marco Mondino – dedicata alle recensioni di opere letterarie, sia saggistiche che narrative, teatrali, cinematografiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.