“Ti do 4 euro all’ora, lavori tutto il giorno e poi dormi per terra”: arrestato “caporale” agricolo

C’era anche un suo fratello fra gli sfruttati e bisognosi braccianti agricoli costretti a lavorare per tutto il giorno alla “strabiliante” cifra di 4 euro l’ora.

E’ stato arrestato dalla polizia un uomo di 63 anni, titolare di un’azienda agricola e zootecnica che operava nelle campagne di Vittoria. L’imprenditore che oltre a coltivare melanzane si occupava anche dell’allevamento di bestiame è accusato di sfruttamento del lavoro ed anche di furto di energia. I sei operai, fra cui pure un suo fratello, erano divisi un 2 gruppi. Il primo si occupava delle melanzane e l’altro allevava pecore e mucche. Dopo aver lavorato per 12 ore, i braccianti erano alloggiati in una struttura fatiscente “priva di condizione di abitabilità, igienica e di sicurezza”. Il pozzo dell’acqua, molto profondo infatti, non era neanche protetto con della rete metallica ma in alcune parti da vecchie reti per materassi. Gli operai, in gran parte dormivano a terra su materassi vecchi e logori. Per l’imprenditore sono stati disposti gli arresti domiciliari.