Emergenza sanitaria ed ambientale a Marsala: Aldo Rodriquez scrive al sindaco

La città di Marsala è sporca. In ogni angolo, sacchetti di “monnezza” “colorano e decorano” la città mai così degradata e invasa dalla spazzatura. Colpa della nuova raccolta differenziata direte voi che leggete.

Piazza del popolo

Può essere, fatto sta che, però, proprio in concomitanza dell’entrata di questa nuova “trovata” che avrebbe dovuto rendere la città ancora più “avanti” nella differenziazione dei rifiuti, si è verificata la debacle del “sistema” precario a cui, bene o male, eravamo abituati.

via Anca Amodei

A complicare tutto ci si è messa pure la chiusura dell’ Isola Ecologica dell’ex Salato che è in fase di ristrutturazione e crea notevoli disagi ai cittadini che preferivano conferire i rifiuti lì piuttosto che metterli nei mastelli sotto casa. Il consigliere comunale Aldo Rodriquez, esponente del movimento Cinque Stelle, ha inviato una interrogazione consiliare al sindaco della città di Marsala, Alberto Di Girolamo per ricordargli il suo ruolo di “guardiano” e garante della salute dei cittadini:

“Premesso che I’igiene ambientale è la disciplina che affronta tutti i
processi esterni a una persona che possono potenzialmente influenzare la
salute dell’uomo mirata alla prevenzione delle malattie e alla creazione di
ambienti favorevoli alla salute;
Visto che il Sindaco ha il compito di prendere provvedimenti sulle condizioni
ambientali e se esistono pericoli incombenti per la salute dei suoi cittadini.
Considerato che circa tre settimane l’isola ecologica del salato e’ stata
smantellata per renderla più funzionale e fruibile ai cittadini. Nel frattempo
sempre da tre settimane gli operatori ed i cittadini che conferiscono, sono
costretti a vivere una condizione igienico sanitaria molto pericolosa per la
salute.
Che servizio Igiene e Sanità Pubblica (SISP) ha il compito di svolgere attività
di prevenzione garantendo ai cittadini specifiche prestazioni sanitarie previste
nei livelli uniformi di assistenza stabiliti dal piani regionali.
in applicazione al regolamento R.l.S.A. (Regolamento Igiene Suolo e Abitato),

nonché delle successive integrazioni e/o modifiche normative in materia
lgienico-sanitaria. La segnalazione di situazioni che possono produrre rischio
per la salute e/o di degrado igienico-sanitario in ambito sìa privato che
pubblico, pertanto per tutte le aree che rientrano nel territorio comunale, hanno diritto e dovere di poterlo produrre tutti i cittadini presentando un esposto in carta semplice all’U.O.C. Igiene – Ufficio Suolo Abitato Comune di Marsala . Gli Uffici della Dìrezione Ambiente Igiene, trasmetteranno dìrettamente alla A.US.L. e/o ad àltri organi competenti come il Dipartimento di Prevenzione U.O.C. lgiene degli Ambienti di Vìta , che ha competenza in : 1) Materia di igiene e sanità pubblica finora demandata, in base alle vigenti leggi, all’ex
Ufficiale sanitario e non ricompresa tra ìe funzioni di competenza regionale.
2)Tutela della salute dai rischi connessi all’inquinamento ambieniale.
3)Vigilanza igienica sulle condizioni del suolo e dell’abitato e relative cause di
insalubrità.
4)Controllo igienico sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solìdi urbani,
speciali, tossìci e nocivi e relativi ìmpianti, ed accertamento dell’idoneità delle rispettive aree e vìgilanza in materia.
s)Vigilanza igienica sulle condizioni del suolo e dell’abitato e relative cause di
insalubrità.
Tutto ciò premesso e considerato
Si chiede alla S.V. di sapere quali provvedimenti urgenti ed inderogabili
intende adottare prima che le situazioni descritte in epigrafe possano produrre
rischio per Ia salute e/o di ulteriore degrado igienico-sanitario.

ll Consigliere Comunale
Aldo Fulvio Rodriquez