Ecco chi finanzia le ONG: Orlando e De Magistris fra i sostenitori della Mare Jonio

I sindaci di Palermo e Napoli, Leoluca Orlando (che ha fatto dell’accoglienza il suo baluardo) e Luigi De Magistris, sarebbero fra i finanziatori della Mare Jonio la nave che fa riferimento alla ONG Mediterranea, sequestrata lo scorso 10 maggio al largo di Lampedusa per aver tratto in salvo 40 migranti su un gommone in avaria e il cui equipaggio risulta tuttora indagato.

Leoluca Orlando

Secondo il giornalista Fausto Biloslavo, autore dell’articolo che rivela i nomi dei sostenitori e finanziatori delle ONG pro migranti, la Mare Jonio, ad esempio, ha già raccolto 769.748,50 euro e dubitiamo che questi soldi siano finiti nelle tasche dei migranti e utilizzati per rendere la loro vita migliore di quella che hanno lasciato in madre patria.

de magistris

Nell’articolo di Biloslavo, “sulla pagina in rete, la mare Jonio cita come supporter i sindaci Leoluca Orlando di Palermo e Luigi de Magistris di Napoli, Greenpeace Italia e Fondo Fuocoammare creato sulla scia del successo del film che ha vinto l’Orso d’oro a Berlino nel 2016. Non mancano Comitato Addiopizzo, la Cgil, i Giuristi democratici, la Lega coop sociali Friuli-Venezia Giulia e Potere al Popolo di Palermo, orfani del comunismo duro e puro. Non solo: L’Arci fa strenua campagna per raccogliere il 5xmille a favore di Mediterranea. E Banca Etica, preferita dai parlamentari grillini, ha permesso l’acquisto della nave sotto sequestro con quasi mezzo milione di euro“.

A chi vanno questi soldi? Quasi certamente al grande circo organizzativo che sta dietro il business dei migranti. Chi gestisce in sostanza la disperazione di queste persone arrivate nella nostra nazione in cerca di un futuro migliore, in pratica, ne trarrebbe un gran profitto. A parte la filantropia che immaginiamo possa muovere questa generosità, cosa ci guadagnano questi famosi supporters? nell’articolo si legge inoltre che: La Chiesa evangelica tedesca, Anton «Toni» Hofreite, capogruppo dei Verdi nel Bundestag, Gregor Gysi, l’ultimo leader della Germania Est pro Gorbaciov, l’ex europarlamentare del Pd, Elena Ethel Schlein, sono alcuni dei principali sostenitori di Sea watch, la Ong talebana dell’accoglienza. Fra i testimonial è spuntato pure il cardinale Reinhard Marx. E per il 2019 il fabbisogno, come raccolta fondi, è di «110-130mila euro al mese» secondo l’Ong tedesca”.L’Ong Open arms, appena attraccata a Napoli con la nave omonima, è nata con i fondi di una compagnia marittima spagnola, il Gruppo Ibazibal, ma ha ricevuto donazioni pure dall’attore americano Richard Gere e da una società calcistica come il Manchester city”.

Naturalmente, la speranza che ci induce a non pensare male, a non dubitare troppo della assoluta bontà del gesto, è che i migranti possano davvero usufruire di un trattamento tanto generoso e che abbiamo (come tutti) la possibilità di vivere dignitosamente la loro esistenza e non finire fra le losche mani della criminalità per essere sfruttati come manovalanza a basso costo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.