Nomine contestate alla Regione: a rischio Bellomo e Palizzolo dell’assessorato Infrastrutture

fulvio bellomo

I due dirigenti regionali Fulvio Bellomo e Vincenzo Palizzolo, rischierebbero il posto. Bellomo e Palizzolo, dirigenti di terza fascia, hanno raggiunto il vertice dell’amministrazione durante lo scorso governo Crocetta e il loro incarico è stato contestato da Alberto Pulizzi, dirigente di seconda fascia che ha intentato loro una causa.

Una sentenza del giudice del Tribunale del Lavoro, Elvira Majoilino ha riconosciuto ” l’interesse legittimo di Pulizzi a che si svolga una corretta procedura di selezione e ha condannato la Regione a ripetere l’iter di conferimento dell’incarico di direttore del dipartimento Tecnico”. Secondo la normativa vigente, i dirigenti di terza fascia non possono essere scelti come dirigenti generali dei dipartimenti regionali. Nomine dunque contestate e che mettono in discussione le poltrone dei due dirigenti.

Il giudice Majiolino nella sua sentenza ha spiegato che “anche se la scelta dei dirigenti generali è caratterizzata dal rapporto di fiducia da parte dell’organo politico, l’Amministrazione non risulta esonerata dal rispetto dei principi di imparzialità e di buon andamento. Sarebbe stato opportuna operare una scelta comparativa fra i potenziali aspiranti” e nominare “il dirigente che avesse le caratteristiche più rispondenti e la professionalità più idonea allo svolgimento dell’incarico”.