Forza Italia. Toni Scilla: “Si riparte da Toti e Carfagna. Vince la linea politica di Gianfranco Miccichè”

Come sempre il Presidente Berlusconi ha trovato la giusta ed appropriata soluzione per il rilancio del nostro movimento. Ottima la scelta di affidare al governatore della regione Liguria, Toti, e all’On. Carfagna, vice Presidente della Camera Dei Deputati, il coordinamento nazionale di Forza Italia, nelle more della celebrazione del congresso da tenersi entro fine anno.

La scelta di Mara Carfagna mette in evidenza inequivocabilmente la vittoria della linea politica intrapresa e perseguita dal nostro commissario regionale On. Gianfranco Miccichè. Serve un vero ed efficace rilancio socio economico del mezzogiorno d’Italia. Al Sud serve più scuola, più sanità, più ferrovia, più strade, più agricoltura, più pesca. Tutto questo non per becero campanilismo, ma poiché, se si vuole fare del nostro Paese la grande potenza economica che realmente è, occorre eliminare completamente la diversa velocità con cui camminano il Nord ed il Sud della nazione.

Mara Carfagna è l’interprete naturale di questa proposta politica fortemente territoriale e meridionalista, assolutamente vincente, come dimostra il 17% conseguito in Sicilia dal Presidente Miccichè nelle ultime elezioni europee. Proposta politica in grado di assicurare a Forza Italia il corretto equilibrio, inclusivo e non divisivo, tra istanze nordiste e sudiste ed il naturale, appropriato ed imprescindibile ruolo all’interno del centro destra che, prima possibile, deve tornare a governare l’Italia per realizzare le riforme liberali e liberiste già avviate dai precedenti governi Berlusconi per assicurare benessere e prosperità a tutti gli italiani.

Spero che al più presto, iniziando magari dalla Sicilia, Gianfranco Miccichè e Mara Carfagna possano determinare un momento di incontro/confronto con tutti quelli che nel partito e non solo vogliono impegnarsi a rifare grande il nostro movimento all’interno di un grande centro destra di governo.