Lega pitbull al ciclomotore rubato e lo trascina: arrestato ladro “crudele”

Stava passeggiando col proprio cane, un pitbull di 3 anni, quando ha visto un ciclomotore parcheggiato nell’androne di un palazzo e ha pensato di rubarlo. Nel far questo, ha pensato bene di legare il suo cane al motore e trascinarlo durante la sua fuga. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale hanno arrestato nella flagranza il 26enne catanese Giovanni TORRISI,

già gravato da precedenti in materia di reati contro il
patrimonio, poiché ritenuto responsabile di furto aggravato.
L’uomo, come già accennato, stava portando a spasso in via Canfora il proprio cane quando ha scorto ciclomotore elettrico nell’androne di un palazzo e ha pensato bene di forzarne il blocco accensione e
rubarlo.

Con lo scooter accesso e trascinandosi dietro il povero cane al guinzaglio, si è allontanato dal luogo, ignaro che un cittadino, avendo visto tutta la scena e scorgendo in fondo alla strada una gazzella, ha avvertito i militari descrivendo ladro, cane e motorino.
Questi vedendosi inseguito dai militari, invece di fermarsi ha forzato l’andatura del mezzo stremando l’animale (sofferente grazie anche all’alta temperatura) fino in Via Gabriele D’Annunzio, angolo via Musumeci, dove è stato bloccato ed ammanettato. Il cane, dopo aver rigurgitato del cibo, è stato immediatamente idratato dai militari che si sono avvalsi anche della
squisita collaborazione di una commerciante della zona che ha fornito la ciotola dove farlo bere.
I carabinieri, solo dopo essersi accertati che “Raùl” stava bene, lo hanno consegnato alla madre dell’arrestato.
Il 26enne, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.