Insulti e minacce ai vicini, arrestato 69enne mazarese

Un uomo di 69 anni è stato arrestato dai carabinieri di Mazara del Vallo (TP) per stalking nei confronti dei vicini di casa.

 Gli atti persecutori hanno avuto inizio nel 2017, con i vicini di casa dell’uomo bersagliati da insulti, molestie ed offese di ogni tipo al punto da ingenerare in loro, un costante stato d’ansia oltre al timore del rischio della propria incolumità. Ripercussioni che si sono concretizzate anche su cose di loro proprietà come quando sempre nel 2017 è stata presa di mira l’autovettura di due coniugi imbrattata continuamente con acqua sporca, letame fino al giorno che è stata ritrovata con tutte e 4 le ruote forate.

Altri episodi di rilievo si sono verificati lo scorso mese di agosto quando l’uomo più volte ha urinato sul portone della casa affianco la sua rendendo difficoltosa persino l’uscita di casa dei proprietari.

Le continue vessazioni, gli insulti subiti e le minacce che ormai andavano avanti da più di un anno, hanno portato le vittime a denunciare la situazione, oramai divenuta insostenibile.

Tratto in arresto l’uomo, il Giudice per le Indagini Preliminari ha dunque accolto la richiesta di aggravamento di misura cautelare avanzata militari della locale Stazione disponendo per l’umo, la custodia cautelare in carcere presso la casa di reclusione  “Pietro Cerulli” di Trapani.