Istituzione dell’area marina protetta dello Zingaro: presentata proposta di legge M5S alla Camera

L’atto parlamentare a firma del deputato M5S siciliano, Antonio Lombardo: “Puntiamo a proteggere e a valorizzare un’area di incredibile interesse naturalistico ed archeologico”

L’istituzione dell’area marina protetta dello Zingaro, nel golfo Castellammare in Sicilia, per valorizzare e  tutelare i suoi ricchi e meravigliosi fondali e dare linfa al turismo naturalistico e subacqueo.

E’ questo l’obiettivo della proposta di legge presentata alla Camera  dal deputato del M5S, Antonio Lombardo.

“Attualmente – spiega il parlamentare siciliano – in quest’area  esiste la riserva orientata nella parte terrestre, con questo atto parlamentare vogliamo proteggere e valorizzare anche la parte marina, caratterizzata da acque incontaminate,  ampie distese di  Posidonia, grotte e fondali di raro interesse archeologico e subacqueo.  Ciò,  oltre a  preservare al meglio questi luoghi, potrebbe dare impulso ad un turismo ambientalistico e subacqueo”.

Per poter avviare il percorso che porti all’istituzione dell’area protetta, la proposta di legge di Lombardo mira a modificare l’articolo 36 della legge 394 del 1991, inserendo   lo Zingaro tra le aree in cui possono essere istituiti  parchi marini o riserve marine. Successivamente si potrà avviare il procedimento tecnico amministrativo che condurrà all’istituzione dell’area.

“L’interesse di preservare e valorizzare l’area – afferma Lombardo – è notevole, e ciò è testimoniato dai diversi tentativi fatti nel corso degli anni per istituire l’area marina protetta. Crediamo che i tempi oggi siano maturi perché ciò possa avvenire”