Abusi sessuali sulla figlia minorata: arrestato padre violento

Triste storia violenta maturata in un contesto familiare afflitto da molteplici difficoltà sia economiche che psichiatriche. Un padre di 60 anni, F.G. abusava sessualmente della figlia di 24 anni affetta da ritardi mentali. Ad accorgersi della orribile vicenda è stata la moglie, anch’essa affetta da problemi psichiatrici nonchè madre della giovane abusata. La donna li ha sorpresi in bagno e ha avvisato il figlio che vive però in un’altra casa. Da quel momento sono scattate le denunce ai carabinieri.

La Procura Distrettuale della Repubblica di Catania ha richiesto ed ottenuto la misura cautelare in carcere eseguita dai Carabinieri a carico del padre-bruto che adesso è indagato per il reato di violenza sessuale aggravata, commesso in danno della figlia.
Le indagini, coordinate dal pool di magistrati qualificati sui reati che riguardano la violenza di genere, hanno messo in evidenza le azioni spregevoli commesse dal genitore dal 2015 ad oggi il quale, come già scritto, approfittando dello stato di disabilità intellettiva della figlia, ne ha abusato sessualmente in modo sistematico.
Sfruttando sia le condizioni minoritarie sia della figlia che dalla moglie, anch’ella affetta da patologie mentali, il padre stuprava la figlia minorata piuttosto che aiutarla e assisterla. Dopo la denuncia fatta dal fratello della vittima, per la giovane era stato predisposto il trasferimento nella casa della zia materna e nonostante questo, il padre violento non si è arreso. Ha minacciato la cognata pretendendo che la figlia tornasse a casa dove lui ne avrebbe abusato. Questo ha convinto il magistrato a ritenerlo un individuo pericoloso e per questo l’uomo è stato trasferito in carcere.