Mini sbarchi a Lampedusa: hotspot al collasso

Continuano i mini sbarchi nell’Isola delle Pelagie. Con piccole imbarcazioni e gommoni arrivano i migranti dall’Africa e nel giro di poche ore sono arrivati Lampedusa 29 migranti. Stanotte intorno all’una è stata individuata una piccola imbarcazione con 19 migranti a bordo tutti di origine tunisina. Sono stati intercettati dalla Guardia Costiera che li ha trasferiti poi nel centro di accoglienza di Contrada Imbriacola che adesso è al collasso. Potrebbe ospitare un massimo di 97 persone e straripa a causa dei continui sbarchi sull’Isola. Attualmente vi sono ospitate 200 persone abbondantemente più del doppio. Furente il sindaco lampedusano Totò Martello: Il comune di Lampedusa non ha competenza in merito, sono altre le istituzioni che devono far si che i migranti, una volta giunti sull’isola, restino nell’Hotspot non oltre il tempo previsto, che è di 24-48 ore, e quindi vengano trasferiti in strutture adeguate. Invece cosa succede? Si continua a ripetere che ‘il porto di Lampedusa è chiuso’ quando invece gli sbarchi non si sono mai fermati: la maggior parte dei migranti raggiunge l’isola a bordo di piccole imbarcazioni che approdano lontano dalle telecamere, mentre si gioca una battaglia politica senza scrupoli sulla pelle delle persone che sono a bordo di navi delle Ong”.