Operazione antidroga a Mazara, arrestata 47enne serba

Una donna serba, Sabanovic Slavica di 47 anni, è stata arrestata dalla polizia di Mazara del Vallo (TP), per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e furto aggravato di energia elettrica.

Durante una attività di indagine, condotta dagli investigatori della Squadra Pegaso, era emerso un sospetto nei confronti della donna residente in un appartamento nella kasbah mazarese.

Sospetto fugato lo scorso giovedì, quando, glia genti del commissariato di Mazara, coadiuvati dai cinofili della Questura di Palermo e da tecnici dell’Enel, sono entrati all’interno all’interno dell’abitazione della donna, trovando un panetto di hashish dal peso di 51 grammi avvolto in carta stagnola, e 27 dosi di hashish, avvolte in striscette separate di carta stagnola, dal peso complessivo di 27 grammi. Nel corso della perquisizione, inoltre, sono stati trovati un bilancino e altri strumenti utilizzati per il confezionamento della droga.   

Con i tecnici dell’Enel, inoltre, è stato scoperto un allaccio abusivo alla rete elettrica, che risaliva almeno al 2017.

Dopo aver operato il sequestro della droga, la Sabanovic è stata condotta negli uffici del Commissariato di Mazara ed è stata tratta in arresto per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e furto aggravato di energia elettrica.

Come da disposizioni impartite dal P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala, completata la redazione degli atti di polizia giudiziaria, il soggetto arrestato e fotosegnalato veniva condotto presso la sua abitazione, ove era posto in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente. L’arresto è stato convalidato e l’udienza si è svolta nelle forme del rito direttissimo l’indomani mattina, al termine della quale il giudice ha disposto nei confronti della donna la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Mazara del Vallo.