Marsala,”Vergognatevi, siete dei barbari”: lo sfogo su FB del direttore della Pinacoteca

L’arringa contro i “barbari” amministratori comunali marsalesi proferita dal direttore Felice Licari che si è sfogato scrivendo un post pubblico nientepocodimenoche sulla Pagina Ufficiale dell’Ente Mostra, ha scatenato un putiferio e avrà comunque le sue conseguenze nei cosiddetti “piani alti”. L’anatema lanciato da Licari è la conseguenza del comportamento sostenuto dalla maggioranza degli amministratori (eccezion fatta per il signor sindaco che invece protegge e sostiene la cultura) i quali hanno disertato l’inaugurazione della mostra dedicata all’immenso artista mazarese Pietro Consagra, organizzata all’interno dell’Ente Mostra di piazza Carmine. Sabato scorso infatti, complice forse l’afoso caldo dell’anticiclone africano stanziale e sovrastante nei nostri cieli, impietoso clima che debilita, infiacchisce e atrofizza ogni discernimento, gli amministratori hanno preferito (forse) andare al mare e non presenziare all’inaugurazione che “apriva” la celebrazione del nostrano scultore e scrittore universalmente riconosciuto come significativo esponente dell’astrattismo. Felice Licari, conclusa la “festicciola” ha preso la tastiera (un tempo si sarebbe detto carta e penna) e si è sfogato su Facebook: Ancora una volta avete perso un’occasione…ve lo dico apertamente VERGOGNATEVI di rappresentare la nostra città. Grazie solo al signor sindaco per le parole di incoraggiamento a continuare la battaglia contro i BARBARI.

Nessuno spazio dunque all’immaginazione nè alla giustificazione degli assenti che hanno osato snobbato un’occasione tanto importante. Il problema vero però è che Felice Licari non ha esternato il suo rombante pensiero sul suo account personale da dove può dire o scrivere ciò che vuole. Licari ha scritto il deflagrante post sulla Pagina Ufficiale dell’Ente Mostra e dunque questo complica le cose. A questo post, subito dopo cancellato (questi che vi proponiamo sono screenshot) ne sono seguiti altri due pubblicati però sul suo profilo personale. Nei successivi sfoghi Licari rivendica il suo pensiero

pur chiedendo scusa. Segue un altro post Licari si arrocca nella critica e ritorna a chiamare barbari gli amministratori eccezion fatta per Alberto Di Girolamo, ovvio.

Nel frattempo in consiglio comunale, il consigliere Giovanni Sinacori ha sottolineato la gravità di quanto accaduto e ha chiesto la revoca del cda dell’ente mostra per mancata vigilanza e di andare fino in fondo per accertare tutte le responsabilità.