Salme abbandonate nelle celle frigo del cimitero: Sturiano replica a Baiata: si informi bene prima di parlare

Dopo l’intervento denuncia del presidente del Consiglio comunale di Marsala Enzo Sturiano, durante il Consiglio comunale dello scorso lunedì 8 luglio, con il quale comunicava l’abbandono di alcune salme nelle celle frigorifero del cimitero comunale, come riportato dal nostro articolo (leggi qui), si è scatenato un botta e risposta tra assessore e presidente. In merito infatti, dopo la replica dell’assessore Baiata (leggi qui), arriva puntuale la smentita del presidente Sturiano che rincara la dose.

Che dichiara quanto segue:

“Dispiace che si metta in dubbio quanto da me affermato nella seduta consiliare di Lunedì scorso, screditando il mio intervento.

Io, al contrario, ho pieno rispetto delle Istituzioni e dell’Aula, dove gli interventi hanno rilevanza anch’essa istituzionale. Pertanto, confermo quanto da me dichiarato, aggiungendo, altresì, alcune specifiche per dare l’idea della gravità di quanto ho affermato.

In particolare, nella giornata di ieri (9 luglio) è stata sepolta una salma che si trovava nella cella frigo dal 27 Agosto 2018; mentre lunedì 8 Luglio ne è stata tumulata un’altra di una persona deceduta l’11 Agosto 2018.

Come si evince dai dati riportati, si smentisce quanto affermato dall’Assessore Baiata nella nota pubblicato ieri sul sito istituzionale e in cui lo stesso dichiarava – che gli ultimi cadaveri sono stati regolarmente seppelliti oltre dieci giorni fa. Da parte mia, senza voler fare polemica, si intende ripristinare la verità dei fatti anche per evitare che si possano verificare  altre incresciose situazioni e che per lungaggini burocratiche si verifichino consistenti ritardi nel seppellimento delle salme. Peraltro, a breve termine proporrò in Consiglio una modifica al regolamento cimiteriale che vada in questo senso. Invito, infine, l’Assessore Baiata a essere più prudente nel rendere pubbliche determinate dichiarazioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.