Rilasciato il peschereccio mazarese “Tramontana”

“Le Autorità libiche hanno rilasciato il motopesca Tramontana ed i sette uomini di equipaggio”.
Lo annuncia il sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci.
“Ringrazio il Ministro degli Esteri e tutte le autorità diplomatiche – dice Quinci – che con la loro intensa azione hanno consentito il rilascio degli uomini e del motopesca, bloccati nel primo pomeriggio di ieri a circa 60 miglia al largo di Misurata, dove poi sono stati costretti a dirigersi, con militari libici saliti a bordo del natante. Insieme al Distretto della Pesca abbiamo seguito la vicenda con apprensione ed esprimiamo soddisfazione per l’esito positivo”.
“Nonostante la risoluzione positiva, comunque – sottolinea il sindaco di Mazara del Vallo – rimane il problema della decisione unilateriale della Libia di considerare anche un ampio tratto di acque internazionali quali acque di propria competenza e ciò deve trovare una soluzione diplomatica. Comprendiamo che la situazione libica è molto delicata ma il Governo italiano e le Autorità internazionali debbono affrontare questa problematica a tutela della sicurezza e del lavoro dei nostri pescatori. Un’occasione di ripresa del dialogo per affrontare e risolvere tale vicenda – conclude il sindaco Quinci – può essere la prossima edizione di Blue Sea Land, l’expo dei distretti del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente che si svolgerà a Mazara del Vallo il prossimo ottobre”.