“Il flop dell’estate marsalese”: scrive il vicepresidente del circolo di Diventerà Bellissima

E’ giunta in redazione una lettera inviata dal vicepresidente del circolo marsalese di “Diventerà Bellissima”, Salvatore Salvo. Senza girare intorno all’argomento, il vicepresidente entra nel vivo dell’argomento per sottolineare l’amaro stato delle cose, o meglio ciò che sta accadendo in questa città, priva di eventi organizzati dall’amministrazione, costretta a far i conti con l’irredimibile sporcizia. Ecco la lettera inviata a redazione@siciliaogginotizie.it

La stagione estiva per le città che si affacciano sul mare è sempre la stagione Clou.​
Sarebbe auspicabile per i cittadini residenti , per i turisti e per quei marsalesi che vivono fuori e che d’estate
con molto desiderio e nostalgia fanno ritorno nella terra natìa,trovare una stagione ricca di eventi, avere le
spiagge libere e fruibili, avere maggiori collegamenti autobus con i litorali nord e sud dal centro città e
contrade meno ​ lontane dalla zona costiera.​
​ Mentre , al contrario, Marsala presenta una stagione estiva asfittica e desolante, senza nessun evento
organizzato dal Comune, con le spiagge libere non usufruibili, invase da mucchi di alghe, spesso accumulati
dagli stabilimenti balneari confinanti e collegamenti di autobus insufficienti da e per i lidi e senza spiagge di

città, come dovrebbe essere in una città di mare. ​ Per non parlare della spazzatura che invade regolarmente
tutti gli angoli e le strade del territorio urbano ed extraurbano.
Il Sindaco ed il suo vice si nascondono dietro ad una circolare che probabilmente si sono fermati a leggere
solo per la parte cui faceva comodo loro e da usare come giustificazione per non fare niente e lasciare i
cumuli di posidonia sulla spiaggia. Il presidente del consiglio comunale dice che non si è proceduto alla
rimozione delle banquettes perché non ci sono i soldi per appaltare i lavori. A questo punto noi ci
chiediamo se la motivazione è la mancanza di fondi, perché non si procedeva facendo della spending
review magari partendo dagli esosi affitti che il comune paga a privati? avendo molti immobili liberi e
totalmente inutilizzati?
Un’ altra mancanza è l’assenza dei controlli sulle spiagge; ci chiediamo come può un
Lido spostare le banquettes di poseidonia dal suo tratto di spiaggia e metterli nella spiaggia libera senza che
nessuno intervenga? e per più contravvenendo alla stessa concessione che dice esplicitamente che il
litorale entro i 50 metri prima e dopo il Lido dev’essere di competenza del Lido tenerlo in buono stato
d’uso. Come si vede tanti sono gli interrogativi che questa città pone all’attenzione dei propri cittadini e
visitatoti ed ai quali interrogativi il governo cittadino non è in grado di dare delle risposte. Allora non
sarebbe opportuno che gli attuali inadeguati ed incapaci amministratori si dimettessero per evitare , con la
spocchia che si ritrovano, di trascinare ancora di più questa bellissima città nel baratro ? In ogni caso a voi
cittadini, quanto prima,​ il compito di trarre le conclusioni.