Sigel Marsala Volley: la scelta di identità di Chiara Scirè

Un’atleta che dimostra amore e la decantata “marsalesità” è Chiara Scirè, la quale torna all’ovile in quella società che l’ha vista crescere e diventare donna. Scirè sarà una degli elementi della rinnovata Sigel Marsala, unica squadra sicula a partecipare al campionato nazionale di serie A. Opposto, ma all’occorrenza banda, classe ’95 e 174 cm d’altezza, le ultime tre stagioni trascorse tra B2 e B1, la Scirè, dotata di un buon salto, fa della propria forza fisica una tra le armi migliori. Cresciuta nella Pallavolo Marsala prendendosi grosse soddisfazioni dall’under 14 fino all’under 18, lungo è stato il girovagare per l’Isola. Tutte esperienze circoscritte comunque alla Sicilia: Petralia Sottana (serie C), Tremestieri Etneo in B1, Termini Imerese in B2, Marsala in B1 e poi ultimi due anni a Modica tra B2 e B1.

Quest’anno Chiara sarà la sola e unica marsalese del team. Questa ragione è per la schiacciatrice motivo di vanto come si evidenzia dalle sue parole:

Dopo due anni di gavetta, anche se gli ultimi tre campionati li reputo importantissimi per la mia crescita, è una gioia fuori dal comune per me fare ritorno a giocare nella mia città natale – esordisce. Ho parlato con il presidente Massimo Alloro che ha presentato ampiamente le prerogative di questa stagione. Vuole esuberanza e una squadra che non molli di un centimetro. Io mi farò trovare pronta”. “Non appena ho appreso che la dirigenza puntava sulla mia conferma ero felicissima – continua –  Motivata a dare un contributo a Collavini. Difendere i colori della mia città mi stimola, e nel suo insieme, è qualcosa di unico. Nel suo discorso poi un passaggio doveroso per il suo recentissimo passato: “Sono stata molto bene a Modica. Non solo la promozione dalla B2 alla B1. Lì in due anni si sono centrati obiettivi incredibili. Come quello dello scorso anno. Da neopromosse siamo andate ad un passo dall’accesso ai playoff, classificandoci in quinta posizione“. Le si chiede se ha preferenza per il numero di maglia da mettere addosso nelle gare ufficiali: “Storicamente sono legata alla numero 3. Infatti, in B1 nell’annata 2016/2017 in cui la Sigel perse il treno dei playoff avevo scelto la 3, numero al quale sono sentimentalmente legata dagli anni delle giovanili. Ma devo dire che con la 9, negli ultimi due anni, ho avuto ugual successo“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.