Libertas Alcamo,arriva il difficile test di Messina

Si è concluso con l’allenamento di ieri sera il cammino verso l’esordio in campionato, il terzo consecutivo in C Silver per una società, la Libertas Alcamo, nata da pochissimi anni. Con la convinzione di avere lavorato bene per circa un mese e mezzo, si andrà a conoscere il reale valore della Fortitudo Messina, squadra neo-promossa ma con un tecnico e un organico certamente di valore.

Il match, in programma questo pomeriggio alle 18,30 al “PalaRussello”, aprirà la prima giornata di andata del campionato. Coach Torriero, come già programmato, non potrà disporre di Ciccio Genovese mentre tutti gli altri, anche quelli che avevano palesato alcuni problemi di affaticamento muscolare, hanno recuperato appieno grazie anche al lavoro del preparatore fisico Davide Raimondi e del centro specializzato Fisiomedica del dott. Domenico D’Angelo.

A Messina la Libertas ritroverà una vecchia conoscenza, Dani Baldaro, coach dei peloritani e nel recente passato alla guida di altre formazioni peloritani contro cui Alcamo ha battagliato per centrare risultati di vertice. Davvero entusiasmanti i confronti nell’ultimo anno di serie D. Sulla panchina opposta Roberto Torriero, che ritorna a frequentare la serie C dopo qualche anno di stop e dopo averla vinta alla guida delle Aquile Palermo. Insomma appare molto interessante il confronto fra due tecnici che sanno il fatto loro.

La trasferta del “PalaRussello” rappresenta comunque un banco di prova a 360 gradi, anche dal punto di vista caratteriale. In settimana si è lavorato anche per trovare i giusti antidoti al forte straniero di Messina, il rumeno Mario Deconesscu, che appare il pericolo numero della Fortitudo.