mercoledì, Giugno 12, 2024
HomeCronacaRiforma della prescrizione: oggi flash mob dei penalisti

Riforma della prescrizione: oggi flash mob dei penalisti

Sarà eletto oggi anche il nuovo Presidente della Camera Penale di Marsala

Si è tenuto questa mattina, nell’atrio del Tribunale di Marsala, un flash mob organizzato dalla Camera Penale di Marsala. Lo scopo dell’iniziativa era quello di sensibilizzare la cittadinanza sulla riforma in corso e che dovrebbe entrare in vigore a gennaio.

Il flash mob di oggi chiudeva una settimana di astensione dai processi che l’Unione Camere Penali ha portato avanti in tutta Italia per manifestare il proprio dissenso ne confronti di una legge che modifica la prescrizione sospendendola dopo il giudizio di primo grado.

Per l’occasione era presente a Marsala l’avv. Beniamino Migliucci, Past President nazionale, che ha spiegato qual è il rischio insito in questa riforma. Secondo Migliucci, la nuova legge “terrà imputati e parte lesa con un spada di Damocle sul collo per un tempo infinito”

Secondo l’Unione delle Camere Penali infatti interrompere la prescrizione dopo il primo grado porterà ad un allungamento spropositato dei processi.

“Si darà così una notevole importanza alla sentenza di primo grado . Ci si allontana – ha detto Migliucci – dal principio della presunzione d’innocenza e dal diritto che ha ognuno di noi di organizzare a propria vita e sapere cosa ci attende nel futuro”.

Porre fine ad un processo in tempi brevi che possa garantire a tutti  – vittime, imputati  e società civile – di sapere se un reato è stato commesso o no: questo è per l’Unione Camere Penali l’obiettivo da raggiungere.

“Dobbiamo rendere ragionevolmente brevi i processi e uscire da quest’ondata di populismo giudiziario. Questa è una riforma basata su slogan” – ha continuato Migliucci.

Dai dati comunicati questa mattina dal Presidente della Camera Penale di Marsala, il 53% delle prescrizioni matura già nella fase delle indagini e il 14% in primo grado  proprio per il troppo tempo speso durante le indagini.

“Quando c’è un legittimo impedimento del difensore o dell’imputato, la prescrizione viene comunque sospesa” – hanno tenuto a sottolineare stamattina gli avvocati marsalesi.

Per ottenere davvero una riduzine dei tempi, secondo i penalisti bisognerebbe invece ridurre l’area del penale, rafforzare i riti alternativi (come patteggiamenti e riti abbreviati) e potenziare l’udienza preliminare.

L’avv. Giacomo Frazzitta – che proprio oggi concluderà il periodo come Presidente della Camera Penale di Marsala – ha poi comunicato alcuni dati relativi alle cause di rinvio:  il 64% di essi sarebbe legato a aspetti fisiologici del processo, il 16% a disfunzioni del sistema giudiziario e degli uffici e solo il 4% a impedimenti del difensore o dell’imputato.

Per manifestare il proprio dissenso nei confronti della riforma, l’Unione Camere Penali ha in programma, dal 25 novembre al 1 dicembre, una settimana di manifestazioni di fronte al Parlamento, a Roma, dove penalisti italiani si alterneranno – 24 ore su 24 –  per illustrare a tutti le implicazioni della nuova legge. Alla maratona parteciperanno anche una decina di avvocati marsalesi.

La giornata di oggi sarà inoltre ricordata per l’elezione del nuovo Presidente della  Camera Penale di Marsala. Il suo nome sarà proclamato ufficialmente in serata al termine di un ricco programma di interventi.

C’è però una sola candidatura e quindi non ci sono dubbi sull’elezione dell’avv. Francesco Mauceri, già vicepresidente.

“E’ stata un’avventura fantastica – ha detto l’avv. Frazzitta commentando i 4 anni della sua presidenza – E’ stato un consiglio fatto da grandi colleghi. Abbiamo raggiunto tanti obiettivi, realizzato molti seminari ed incontri di formazione”.

Non mancheranno tuttavia gli impegni per Frazzitta nominato Responsabile Nazionale della formazione dei giovani penalisti e Responsabile Nazionale del Laboratorio di Videontologia.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS