Processo omicidio Nicoletta Indelicato: cosa è accaduto in quelle ultime ore

Va avanti in processo sulla morte di Nicoletta Indelicato avvenuta lo scorso Marzo. Ad essere indagati sono Margareta Buffa e Carmelo Bonetta. Grazie alle registrazioni delle telecamere poste in centro storico i carabinieri sono riusciti a ripercorrere alcune delle tappe principali di quella serata, mentre le immagini tratte dalle telecamere della Via Salemi non hanno consentito di capire quante persone vi fossero nella macchina.

“Gli investigatori – sottolinea, però, l’avvocato Ornella Cialona, difensore della Buffa – hanno detto che le riprese relative agli spostamenti delle due ragazze si fermano in via Giulio Anca Omodei. Quindi, di fatto, non ci sono prove che realmente Nicoletta sia salita in auto con Margareta. C’è solo la confessione di Bonetta. E sulle riprese video lungo la via Salemi non hanno saputo dire quanti erano in macchina”.

A queste dichiarazioni risponde l’Avvocato della famiglia Indelicato Giacomo Frazzitta che sostiene che le immagini immortalate dalle telecamere danno credibilità al narrato del Bonetta, mentre le dichiarazioni fatte dalla Buffa non trovano nessun riscontro.

Inoltre è stato ascoltato anche il Marescialle Cucè dei Ris di Messina, il quale ha rivelato che il coltello lasciato nel fiume Mazzaro da Bonetta non riporta, a causa dell’azione dell’acqua, non riporta impronte digitali o tracce di sangue.

Per il 18 novembre è stata fissata l’udienza nella quale saranno ascoltati i familiari di Nicoletta Indelicato e altri militari del Ris.