Palermo e Catania,Seus 118: Accordo tra azienda e sindacati

Seus 118. Accordo tra azienda e sindacati su progetto obiettivo e videosorveglianza sedi di Palermo e Catania. Ugl sanità: “Accolte nostre proposte, soddisfatti per il ritorno alla concertazione ed al confronto.” 

C’è soddisfazione all’interno della Ugl sanità Sicilia, per il nuovo accordo raggiunto ieri al termine dell’incontro in sede aziendale tra le organizzazioni sindacali ed i vertici della Seus 118, rappresentati dal presidente Maurizio Croce, dal suo vice Piero Marchetta, dalla componente del consiglio di amministrazione Tania Pontrelli e dal direttore sanitario Dino Alagna. Numerosi i temi trattati nel corso della riunione e tra questi, certamente, spiccano gli accordi raggiunti sui “Progetti obiettivo”, come sottolineano i rappresentanti sindacali Ugl Giuseppe Lombardi e Giovanni Ferraro. “Abbiamo ottenuto un buon risultato, in termini di riconoscimento economico, per quanto concerne la definizione degli incentivi annuali sulla produzione sia per le unità con varie mansioni, che per gli autisti soccorritori ed il personale amministrativo, a tassazione agevolata al 10%. In più – spiegano i sindacalisti – abbiamo dalla società abbiamo ricevuto rassicurazioni sulla consegna del nuovo vestiario, che avverrà nelle postazioni di appartenenza di ogni lavoratore, nonchè sulla definizione dell’accordo sulle ore in eccedenza che si terrà entro 15 giorni nelle sedi territoriali di Confindustria in modo da rendere più agevole per i dipendenti la sottoscrizione della relativa documentazione. Infine, abbiamo portato a casa un ottimo risultato, poichè la Seus ha accolto la nostra proposta sul verbale di intesa per l’installazione del sistema di videosorveglianza nelle sedi di Palermo “Guadagna” e Catania “Cannizzaro”. “Riteniamo positivo questo approccio volto alla concertazione ed al confronto avviato dalla dirigenza della Seus – sottolinea il segretario regionale della Ugl sanità Carmelo Urzì. Auspichiamo che per il prossimo futuro si continui a procedere su questa strada, perchè il dialogo con i lavoratori può condurre a soluzioni utili finalizzate allo sviluppo della società, all’efficientamento dei servizi ed al miglioramento del benessere delle risorse umane.”