Lo Curto (UDC): “La legge sui rifiuti affossata”

“Il voto segreto che ha portato alla bocciatura dell’articolo
1 della legge di riforma dei rifiuti è espressione dello strabico
esercizio della responsabilità morale esercitata dalle opposizioni che
questa sera hanno gettato la maschera. Abbiamo capito che in Sicilia
il PD e i 5 stelle intendono agire secondo la logica tanto peggio
tanto meglio. Ricordiamoci che il precedente governo regionale targato
PD è responsabile del disastro che si è creato nel sistema dei rifiuti
che ha prodotto milioni di euro di debiti che pesano sulle tasche dei
cittadini. Inquietante il voto segreto dietro il quale si sono
trincerate le opposizioni , complice lo stesso Fava a cui proprio noi
deputati della commissione ambiente abbiamo trasmesso le relazioni
dell’ Enac e della Corte dei conti che hanno scritto nero su bianco la
necessità di riformare il sistema su cui si allungano pesanti ombre
che si richiamano pure al sistema Montante che controllava ed
esercitava pesanti pressioni sul governo Crocetta e soprattutto nel
delicato settore dei rifiuti. Noi vogliamo cambiare il sistema, e
abbiamo accolto suggerimenti delle opposizioni ma non siamo disposti a
cedere sul piano politico a chi ha fallito e che oggi forte
dell’accordo con i 5 stelle sta pensando di fare fallire le riforme
più importanti”. Lo afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc
all’Assemblea regionale siciliana.