Palermo: le idee per un partito autonomista si fanno avanti

In Sicilia avanza l’ipotesi della costituzione di un partito autonomista. Movimenti e associazioni s’incontrano per buttare le basi e costruire un Movimento Popolare Siciliano.

Siciliani verso la costituente, un movimento nato dall’idea di Andrea Piraino, Maurizio Ballistreri, Carmelo Rapisarda, Salvatore Grillo, Salvo Fleres, Giovanni Villari e Antonio Carullo, lanciano un appello a tutti i movimenti sicilianisti presenti in Sicilia.

Il prossimo 9 novembre s’incontreranno a Palermo per discutere di un programma che entro breve tempo prevede la formazione e la costituzione del Partito dei Siciliani.

Tra i primi movimenti che hanno risposto all’appello appare Noi Meridionali, con presidente nazionale Enzo Maiorana e Adriano Nicosia responsabile in Sicilia.

Lavoriamo da anni, nella speranza di costruire una grande e pura forza siciliana. È stato sempre difficile, perché ognuno ha sempre temuto di perdere qualcosa. L’ispirazione e l’ideologia madre deve essere quella di difendere la nostra terra e puntare al suo massimo sviluppo. Non ci devono essere altre ambizioni.

Cerchiamo uomini di “fede” siciliana e mediterranea: che non si vendano per un piatto di briciole, che mantengano la schiena dritta quando è necessario e che portino la Sicilia e il Meridione nel cuore mirando a elevarne l’immagine.

Le ultime vicende – continua Nicosia – il furto dei 61 miliardi l’anno, da 10 anni, ci ha fatto capire che nessuno ha a cuore la nostra terra, da destra a sinistra. O ci assumiamo la responsabilità di difenderla  con i denti o siamo fritti.

Parteciperanno all’incontro Antonio Valenti del movimento La Sicilia ai sicilianisti, i Futuristi di Nicola Cristaldi, già presidente ARS, Vox Popoli  di Lucia Pinsone, Alba Siciliana di Franco Crupi, Lega Sud di Erasmo Vecchio, Mariano Ferro storico fondatore dei Forconi, Piera Loiacono candidata nella scorsa elezione alla presidenza della Regione.