Blu Diamonds Fest, a Marsala una serata per l’autismo

Si chiama Blu Diamonds Fest ed è una vera e propria festa “in blu”: un occasione per divertirsi, gustare tante prelibatezze del nostro territorio e, contemporaneamente, essere più vicini ai bambini con disturbi dello spettro autistico.

Blu Diamonds Fest è una serata di sensibilizzazione, aperta a tutti, che si svolgerà il prossimo 15 dicembre,  a partire dalle ore 18.00, all’interno di Palazzo Fici, a Marsala.

Organizzato dall’associazione Diamanti Blu, l’evento consiste in un percorso eno-gastronomico tra i profumi ed i sapori del nostro territorio, dove sarà possibile, dietro acquisto di un ticket, degustare tanti prodotti tipici messi a disposizione dalle aziende sponsor: dai formaggi alle confetture, dalle olive alla rianata e poi ancora panelle, arancinette e dolci di vario tipo. Il tutto accompagnato da eccellenti vini autoctoni e musica.

I bambini presenti saranno intrattenuti dagli spettacoli e dalle letture a cura della libreria “L’Albero delle Storie”.

Tante dunque le risorse, le aziende, i professionisti che si sono messi a disposizione per una serata che unisce solidarietà e divertimento.
L’intero ricavato della serata, ottenuto con la vendita dei ticket,  sarà devoluto in beneficenza alla “Associazione Diamanti Blu Onlus di Marsala – A.N.G.S.A. Trapani”.

Nata lo scorso anno, l’associazione si occupa di promuovere attività che aiutino i bambini con da disturbi dello spettro autismo a sviluppare le proprie capacità comunicative e relazionali, acquisire maggiori competenze e avere quindi sempre maggiore autonomia.

All’interno dell’associazione, i bambini usufruiscono degli interventi abilitativi mediati da analisi del comportamento (ABA). Le attività messe in essere, svolte con specialisti, sono in linea con quanto indicato dall’Istituto Superiore della Sanità ma, non essendo convenzionate con l’Asp, sono tutte  a carico delle famiglie.

Per implementare le capacità relazionali e comunicative, avrebbero bisogno di almeno 25 ore di ABA a settimana ma, al momento, visto la carenza di specialisti in loco e il costo di tali interventi, non si raggiunge il monte ore necessario. Nel corso dell’estate, grazie anche ai fondi raccolti dalla vendita delle uova di cioccolato in occasione delle scorsa Pasqua, i bambini hanno potuto usufruire anche di laboratori estivi che univano l’aspetto ludico a quello didattico. Queste attività hanno bisogno però di essere svolte  in maniera continua.  La speranza dell’associazione è proprio quella di raccogliere, tramite quest’evento, i fondi necessari per trasformarli in laboratori perenni.

L’associazione si occupa inoltre della formazione degli educatori, degli insegnanti e delle famiglie per aiutarli a comprendere come meglio relazionarsi con i bambini con disturbi dello spettro autistico.  

Alcuni sono già stati formati e altri sono attualmente in corso di formazione.

Parte dei fondi raccolti sarà utilizzata anche per la creazione di borse di studio volta all’ulteriore formazione di alcuni operatori

“Dobbiamo favorire il più possibile l’inclusione di questi bambini – spiega la Presidente dell’associazione, Perla Lo Grasso –  I disturbi dello spettro autistico fanno riferimento ad una difficoltà nell’interazione sociale e nella comunicazione. Più migliorano le abilità comunicative, migliore sarà il loro futuro”.

L’acquisto dei ticket per le degustazioni, che prevede una donazione minima di 20 euro, dovrà essere effettuato nei giorni precedenti all’evento.