Castellammare: giornata internazionale dei diritti umani e contro la violenza, organizzata dal centro italiano femminile

“Se fa male non chiamarlo amore”: la giornata internazionale dei diritti umani e contro la violenza, organizzata dal centro italiano femminile comunale di Castellammare del Golfo con l’ Inner Wheel Palermo Normanna ed il Pool anti violenza e per la legalità.

Venerdì 22 novembre una giornata per dire no alla violenza patrocinata dal Comune di Castellammare che si articolerà in due momenti: una tavola rotonda rivolta agli studenti delle scuole medie al teatro Apollo e, a seguire, un momento di sensibilizzazione per tutta la cittadinanza alla villa comunale Regina Margherita con l’installazione di una panchina rossa in memoria di tutte le donne vittime di violenza.

In dettaglio: alle ore 10, al teatro Apollo Anton Rocco Guadagno, un incontro con gli studenti delle terze medie delle scuole Pascoli e Pitrè introdotto e moderato da Angela Fundarò Mattarella, presidente Inner Wheel Palermo Normanna e del Pool anti violenza e per la legalità. Dopo i saluti del sindaco Nicola Rizzo, interverrannoAnnamaria Picozzi, procuratore aggiunto del tribunale di Palermo, Daniela Troja, presidente della sezione penale del Tribunale di Trapani, Giada Traina, avvocato penalista, la psicologa Alessandra Di Matteo e Lucia Petruccitestimone e vittima di violenza.

Seguirà, alle ore 11,30, nella villa comunale Regina Margherita l’installazione di una panchina rossa in memoria di tutte le donne vittime di violenza e, lungo il corso Bernardo Mattarella, gli studenti posizioneranno delle scarpe rosse a simboleggiare le donne vittime di violenze.