Marsala,nascondeva coltivazione di marijuana: arrestato dai Carabinieri

183

Una vera e propria serra in casa, perfettamente funzionante e dotata di un sistema termico e di illuminazione artigianale, con circa 45 piante di marijuana, è stata scoperta dai Carabinieri della Compagnia di Marsala.

Nel corso dell’operazione, è stato arrestato per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il trentenne marsalese Augustin Di Dia, già gravato da precedenti di polizia.

Nel corso di un servizio finalizzato al contrasto della produzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti, i militari della Stazione di San Filippo, diretta dal Maresciallo Maggiore Francesco Vesuvio, giunti nei pressi dell’abitazione in uso a Di Dia, nella periferia di Marsala, si erano insospettiti per il forte odore di marijuana proveniente da alcuni locali dello stabile.

Ciò li ha spinti ad un controllo più accurato che ha permesso di trovare, all’interno dell’appartamento, la serra e le  piante di marijuana sequestrate, tutte invasate e di varie dimensioni.

In diversi punti dell’abitazione, inoltre, i Carabinieri hanno trovato 150 grammi di marijuana già essiccata, pronta per essere immessa sul mercato, 5 grammi di hashish, materiale per la pesatura ed il confezionamento dello stupefacente oltre a vari fertilizzanti ed additivi chimici necessari per la coltivazione della marijuana. Di Dia  è stato fermato e condotto presso la caserma “Silvio Mirarchi” di Marsala dove, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in stato di arresto per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il Giudice del Tribunale Lilybetano, condividendo l’operato dei militari dell’Arma, ha convalidato l’arresto, disponendo la misura cautelare degli arresti domiciliari. L’arresto è il risultato di numerosi servizi predisposti dalla Compagnia Carabinieri di Marsala volti all’individuazione dei canali di produzione ed approvvigionamento di sostanze stupefacenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.