Incontro tra Castellano, Altavilla e le organizzazioni sindacali provinciali

Riorganizzazione della distribuzione dei carichi di lavoro, con particolare attenzione rivolta ai funzionari del Servizio Sociale, incremento delle unità per la tenuta dei fascicoli e risoluzione dei disagi relativi allo smistamento della posta : sono alcuni degli impegni presi nel corso di un incontro svoltosi tra Lucia Castellano, direttore generale dell’Ufficio Interdistrettuale per l’Esecuzione Penale Esterna e di messa alla prova, Marina Altavilla, direttore dell’Ufficio Interdistrettuale per la Sicilia e le organizzazioni sindacali provinciali Fp Cgil, Fnp Cisl, UilPa, Confintesa FP, FLP, Confsal – Unsa e le rispettive RSU.

 L’incontro si è svolto a seguito dell’analisi delle criticità che interessano l’Ufficio – il cui personale è in stato di agitazione – da tempo al centro dell’attenzione dei sindacati: quest ultimi, in particolare, hanno posto l’accento sulle problematiche organizzative, che attengono principalmente al Servizio Sociale.
La Direzione dell’UIEPE, congiuntamente ai capi area e ai responsabili dei settori operativi territoriali , si è impegnata a elaborare una proposta che dovrà tenere conto dell’ingresso dei nuovi funzionari sia a seguito della mobilità che delle nuove assunzioni relativi all’ultimo concorso.
 All’orizzonte, anche la possibilità di stipulare convenzioni con esperti in materia di servizio sociale e figure professionali diverse: sarà la stessa Direzione generale a esprimersi in merito, entro il 15 dicembre, condividendo successivamente gli esiti della valutazione con le organizzazioni sindacali.
 In merito alla tenuta dei fascicoli, che il personale in servizio non riesce a gestire, la Direzione ha inoltre assicurato l’acquisizione di due o tre unità di supporto del Bacino Emergenza Palermo : si tratta di ex lavoratori pip che verranno destinati al compito.
 La ricezione e lo smistamento della posta – che si inseriscono nell’ambito di una più vasta problematica riguardante i processi di supporto – invece, necessitano di ulteriori valutazioni da condividere, anche in questo caso, con il personale.
 “Prendiamo atto dei significativi impegni assunti dalla Direzione generale – afferma il segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione di Palermo Alfonso Farruggia – e attendiamo la risoluzione in tempi rapidi delle criticità più volte evidenziate: dalle promesse si passi dunque alle azioni concrete per restituire al personale condizioni lavorative idonee”.
 “Se non vi saranno esiti tangibili – conclude l’esponente sindacale – metteremo in atto ulteriori iniziative congiunte di protesta”.