Crisi editoria, Miccichè: ”Niente assistenzialismo ma una legge organica di rilancio del settore”

51

“Bisogna comprendere bene quale direzione seguire per supportare l’editoria siciliana. Sarebbe opportuno mettere le idee a confronto, prima di redigere un disegno di legge specifico”. E’ quanto affermato dal presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, nel corso del suo intervento di saluto al convegno del Corecom sullo stato dell’informazione in Sicilia, durante il quale è stata lanciata l’idea di un disegno di legge organico per fronteggiare la crisi dell’editoria.

“Che tipo di legge si potrebbe fare?”, si è chiesto il presidente dell’Ars: “A parte il fatto che le leggi le fanno i parlamentari, ancora non è chiaro il futuro, anche per la continua evoluzione delle tecnologie. Bisogna confrontarsi con gli stessi editori che da anni lottano contro una crisi senza precedenti. Sono contrario ad una norma di natura assistenzialista, non darei mai il mio assenso. Io sono agli antipodi del Movimento 5 stelle e per questo motivo, contrario al reddito di cittadinanza”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.