Aeroporto Birgi, tre assessori regionali per affermare il sostegno del Governo Siciliano allo scalo trapanese

È stato il presidente della Regione sicilianaNello Musumeci a stabilire che non ci fosse solo l’assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti, Marco Falcone, all’incontro previsto con il presidente di AirgestSalvatore Ombra e la stampa, alla sala Garibaldi del Vincenzo Florio. Per testimoniare il sostegno del governo regionale all’aeroporto di Trapani Birgi, ha voluto che fossero presenti anche l’assessore al Turismo, Manlio Messina, quello alle Attività Produttive, Mimmo Turano e il dirigente generale del dipartimento Infrastrutture, Fulvio Bellomo.

«Era giusto – ha affermato l’assessore Marco Falcone – che il governo regionale testimoniasse la sua vicinanza all’aeroportodiTrapani Birgi in maniera plastica e non solo virtuale. Per la continuità territoriale sono stati compiuti tutti gli adempimenti e attendiamo entro il primo febbraio la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta europea. Quindi ci sarà la gara per l’assegnazione delle rotte». Ha espresso un giudizio anche sulla struttura ospitante: «L’intera aerostazione, dai gate alla zona commerciale, dimostra una grande potenzialità e dobbiamo sostenerla. La ricapitalizzazione è stata voluta fortemente perché al di là del servizio che rende, questo aeroporto crea anche economia».

La soddisfazione del presidente Salvatore Ombra

«Un sabato di fine anno importante, quello di oggi, – ha commentato il presidente di Airgest, Salvatore Ombra – in cui la presenza massiccia del governo regionale a Birgi, ha gratificato noi e tutta la nostra provincia, il cui sostegno è fondamentale per scontare il gap infrastrutturale di 50 anni del territorio. Come aerostazione, siamo complementari al sistema aeroportuale regionale e  non siamo subalterni a nessuno. L’aeroporto deve andare in pareggio entro il 2020 e segnare un più 60% nel 2021».