Visita dell’assessore Falcone al porto di Marsala. A breve l’inizio dei lavori

A breve il progetto esecutivo” – assicura il Sindaco Di Girolamo

L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone è stato nei giorni scorsi in visita a Marsala.

L’occasione è stata utile anche per tornare sulla questione del porto ed effettuare un sopralluogo nella zona e verificare lo stato effettivo dei luoghi.

Al sopralluogo hanno preso parte, oltre all’assessore Falcone, anche l’assessore alle attività produttive Mimmo Turano, l’on. Toni Scilla e il Sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo.

A breve, lo ricordiamo, dovrebbero iniziare i lavori, già appaltati, per la messa in sicurezza della barriera curvilinea.  “Ho voluto verificare personalmente  lo stato dell’arte in attesa – dice ai nostri microfoni l’assessore Falcone – di un progetto più vasto e complessivo per rilanciare la marineria e valorizzare l’attitudine turistica e commerciale di questo porto. Torneremo fra due messi – promette Falcone – per avviare i lavori.”

L’on. Scilla ha messo in evidenza il ruolo della marineria nel contesto dell’economia locale. “E’ giusto che abbia un porto degno di questo nome” – ribadisce Scilla per cui questo sopralluogo è la dimostrazione dell’attenzione  del governo regionale verso la questione.

Il Sindaco Di Girolamo ha confermato quanto avevamo anticipato alcuni giorni fa ovvero che il progetto esecutivo per la riqualificazione del porto non è mai stato presentato ma, assicura Di Girolamo, sta per arrivare:  “Nel giro di qualche mese  – afferma il Sindaco – lo presenteremmo alla Regione”.

Si tratterebbe, secondo quanto  spiegato ai nostri microfoni, di un progetto da circa 25 milioni di euro che permetterebbe di riqualificare tutta la parte pubblica del porto in un lavoro di sinergia fra Comune e Regione.

“Sul porto di Marsala si è parlato tanto e si è operato poco” – afferma l’assessore Turano  che però si dice anche ottimista sulla strada intrapresa:  “Si è trovata una soluzione.  C’è una visione strategica diversa rispetto al passato” – conclude.