Sigel Marsala Volley-P2P Smilers Baronissi 2-3

 “All’interno di una competizione o nel tentativo di raggiungere un traguardo ci può essere un solo vincitore“. Ieri pomeriggio a Marsala, con le dovute proporzioni, più o meno è andata così. Ad affrontarsi nell’arena del “PalaBellina”, due impaurite formazioni, Marsala e Baronissi, con enormi difficoltà e nel pieno della bagarre salvezza, con labili certezze scaturite dagli scivoloni stagionali precedenti. Nel match valevole per la 15^giornata di A2 la spunta Baronissi per pochi punti nel quinto ed ultimo gioco con una Esdelle tirata a lucido, opposto trentacinquenne già protagonista nella gara di andata a Pontecagnano Faiano.

Ma si diceva, ha prevalso quindi la paura di vincere e ne sono la prova gli infiniti errori dalla linea del servizio, un fondamentale che nel volley è riconosciuto come la prima azione d’attacco. Le emozioni, certamente, non si sono sprecate in questo delicato match. Avvincente il secondo atto, imprevedibile l’esito del terzo. Strabiliante il quarto. Decisivo e fatidico, per la spartizione della posta in palio per entrambe le fazioni, infine il quinto. Questa la progressione set registrata: (20/25; 25/23; 24/26; 28/26; 11/15). Detto di Esdelle e dei suoi trenta e più punti nei cinque complessivi giochi, bella la sfida al palleggio tra De Lellis e Vallicelli, con l’azzurra che con meno esperienza della collega non sfigura affatto. Nella fila di casa, buone performances personali le registrano anche il capitano Bertaiola e il libero Lorenzini.

Starting-six: Coach Barbieri, torna a Marsala da allenatore avversario dopo un anno, affidandosi alle seguenti diagonali: De Lellis/Esdelle; Marianna Ferrara/Panucci; Martinuzzo/Travaglini. Libero Martina Ferrara. Collavini non cambia nulla rispetto alla gara con sconfitta di Torino, e schiera il sestetto “tipo”: Vallicelli/Colarusso; Mangani/Dahlke; Caruso/Bertaiola. Il libero è Martina Lorenzini

La cronaca:
 Il match per la formazione di casa comincia in sordina: 2-6 e coach Collavini decide di volere scambiare due chiacchiere con le proprie atlete. La sospensione di gioco fa bene alla Sigel che fa due punti di fila, compiendo un minibreak di tre punti a uno: 5-7. Cresce e sale di giri la prestazione delle lilybetane che raggiungono il pareggio per la prima volta sulla situazione di 9-9. Caruso e Colarusso firmano il momentaneo sorpasso sulle costiere: 12-10 e time out Barbieri. Nella parte centrale del set sbaglia in egual misura Baronissi dalla linea dei nove metri con Esdelle, ma anche Mangani. Fatto sta che si gioca punto a punto, con la Sigel a difendere lo striminzito vantaggio: 16-15 (ace di Dahlke). La replica ospite non si fa attendere e con un sostanziale recupero, Ferrara e Panucci firmano il sorpasso: 16-17. Sul 17-19 Collavini rafforza la linea difensiva, richiamando in panca Dahlke per Vaccaro. Questo cambio si chiude in un battibaleno con il nuovo ingresso della 23enne americana. Altro cambio interessa Colarusso rilevata da Scirè che dopo un punto azzurro, sbaglia nel servire il gioco. Il finale è nel segno dell’opposto di colore, Krystle Esdelle che con i suoi punti porta le campane ad aumentare il vantaggio: 20-23. Il punto del 20-24 arriva su un attacco errato di Bertaiola. Il 20-25 è chiuso da Esdelle.

Il secondo parziale è contrassegnato da un inizio sprint della squadra fanalino di coda nel girone B: 4-8. Sul 5-8, si gioca uno scambio prolungato ed entusiasmante con le rispettive difese ad avere la meglio, ma Mangani riesce a mettere giù: 6-9. Baronissi si prende una pausa (timeout Baronissi sull’8-9), ne approfitta Marsala che pareggia e poi mette il naso davanti: 12-10. Baronissi è nelle iniziative di Esdelle che con il suo punto impatta sul 12-12. Ma Colarusso, con una giocata ispirata, in lob riporta Marsala in vantaggio: 13-12. Il buon momento di Marsala prosegue e con Dahlke va sul +4: 17-13 e secondo ed ultimo timeout per quanto concerne il secondo atto per Baronissi. L’errore al servizio di Linda Mangani e un bel punto di Bartesaghi, (subentrata a Martina Ferrara), ed è 17-15. Barbieri cerca di smuovere la propria squadra con l’ingresso dell’attaccante D’Arco. Poi ancora doppio Dahlke per il 19-16. Fa rispettare un controbreak Baronissi sul finale di quattro punti a due. Nel mezzo, sul 20-19 timeout per le locali. Il 21-20 è su attacco di Colarusso. Il 22-20 è su attacco in pipe di Mangani. Il 23-20 è un errore di Esdelle. Il 24-20 è di Caruso con uno stampo a muro su attacco della ex della gara, Jessica Panucci. Non è ancora finita: altro controbreak di Baronissi di tre punti con la neoentrata Sestini a servire: 24-23. Ma la parola ultima sul set ce l’ha la Sigel con un punto risolutorio dell’opposto Paola Colarusso per il 25-23. Parità nel conteggio set ristabilita. Si riprende con il set mediano.

Ripresa del gioco con il primo punto ospite: 0-1. Bertaiola pareggia immediatamente: 1-1. Con il capitano della Sigel incaricata del servizio Marsala arriva fino al 5-1 (punto a muro di Sara Caruso). Nei successivi scambi è sempre Marsala a condurre: 9-6 e 10-7 (punto di Esdelle). La Sigel riprende a fare punto con Colarusso, ancora in pallonetto: 11-7. Esdelle accorcia però sull’11-8. L’allungo di Marsala risiede nei due centri di fila messi a terra da Silvia Bertaiola: 13-9. Barbieri, tecnico delle costiere, chiama un timeout e al rientro arrivano subito due squilli per il 13-11. Collavini risponde con un altro timeout, vista la crescita di Baronissi. La sospensione del gioco ha i suoi effetti: Colarusso firma il 14-11 con l’aggiunta di due sbavature campane: 16-11. Si consuma così l’ultima sospensione del gioco per Barbieri. Esdelle suona la carica: 16-12. In questa fase, Bartesaghi fa regalo di due servizi errati ed è 17-15. In campo per la Sigel va Vaccaro per Mangani. Cambio chiuso qualche scambio dopo. Marsala deve far fronte al ritorno prepotente ospite: 19-19 (ace della solita Esdelle) e del 23-23 (timeout Collavini). Punto di Colarusso del 24-23, ma Baronissi annulla il set-point su errore in attacco di Mangani: 24-24. Tutto ai vantaggi.  Sigel in affanno nel finale, entra Scirè per Colarusso. Baronissi ci crede di più e compie il minibreak di due punti. Tanto bastano a far vincere il set: 24-26.

L’inizio di quarto nel segno dell’incertezza. Caruso replica a Esdelle per il 5-5. Così dal 7-6 si mette a condurre la Sigel con un doppio muro e fuori di Kendra Dahlke. Con Esdelle incaricata dalla linea dei nove metri, Baronissi compie il pari: 9-9. Situazione di parità anche sull’11-11 con Mangani astuta a trovare un gran mani e fuori. Baronissi è viva e sorpassa la Sigel sul 12-13. Qui, si consuma una doppia sostituzione nelle fila di casa: dentro Scirè e Galletti per Vallicelli e Colarusso. Mangani ancora protagonista col punto del nuovo pari: 14-14. Ma sul 14-16, sul nuovo vantaggio di Baronissi, Collavini decide di pensarci su e richiama a sé il sestetto. Alla ripresa del gioco, l’azione si stoppa e viene decretata palla contesa dopo l’infortunio di Scirè contusa al collo dopo un recupero. Arriva anche il 14-17, ma la Sigel con le unghia e con i denti perviene prima al pareggio e poi al vantaggio temporaneo sul 18-17. Il nuovo vantaggio marsalese è su punto di capitan Bertaiola: 19-18. Il 20-19 arriva su errore al servizio della centrale Linda Martinuzzo. Baronissi pareggia e va davanti sul 20-21, ma Vallicelli grazie a un tocco di seconda annulla il vantaggio delle salernitane. Il 22-21 della Sigel arriva su attacco di Caruso. Non è brava la Sigel a fare fronte comune e con un muro di Dahlke stacca la formazione di Barbieri: 22-20. Esdelle porta a -1 la sua squadra: 23-22. Kendra Dahlke con un pallonetto se ne va sul +2: 24-22. Baronissi annulla due set point: 24-24. Esdelle firma il punto del 24-25. La stessa centroamericana verrà rilevata da Jessica Panucci appositamente per andare a servire del gioco. Bertaiola riporta in parità la sua squadra. Finale ad elastico: 26-26. I punti messi a terra da capitan Bertaiola (muro-punto) e da Mangani dopo uno scambio a dir poco estenuante, rimettono i giochi in pari: 28-26 e 2 a 2 nel computo dei set. Come all’andata tutto si decide al tie-break.

La Sigel riprende da dove aveva terminato: punto di capitan Silvia Bertaiola: 1-0. Vallicelli con una magia continua a dare a Marsala il vantaggio del 3-1. Il quinto parziale è equilibrato e Baronissi si fa sotto due volte sul 5-5 e 6-6 (punto di Bertaiola), salvo poi condurre a partire dal 6-7. Al cambio campo, quindi, le ospiti sono davanti di due punti: 6-8. Sul 6-9 Colarusso lascia posto a Soleti. Collavini, così come accaduto nella partita interna contro Macerata, ha ragione sul cambio con la pugliese classe 1997 che trova due punti importanti: 8-9. Marianna Ferrara sbaglia l’attacco ed è parità: 9-9. Altra carta che si gioca Paolo Collavini è Vaccaro per dare consistenza alla difesa e fuori Dahlke. Con Marianna Ferrara incaricata del servizio Baronissi trova tre punti di fila che la portano sul +3: 9-12. Mangani accorcia per il 10-12. Bartesaghi da il nuovo +3: 10-13. Non è d’accordo sulla fine dell’incontro Sara Caruso: 11-13. Nella nuova azione, è di nuovo Bartesaghi a ridare gas a Baronissi. Chiude una Esdelle in gran spolvero per il definitivo 11-15 con una diagonale ben eseguita.

L’infinita serie dei tie-break giocati in stagione dalla Sigel, oggettivamente, non può accontentare e non rende giustizia ai sacrifici giornalieri, fatti anche di rinunce, della truppa azzurra. Preso atto delle ultime due sconfitte, la dirigenza farà la propria parte e si farà trovare pronta ad apertura della finestra invernale dei trasferimenti per A1 e A2 fissata per martedì 7 gennaio. Restano solo da individuare i profili che possono fare al caso della squadra di Collavini.

In virtù di questo risultato negativo per la Sigel, la classifica del raggruppamento B muta inevitabilmente. Da stasera le atlete di Collavini condividono l’ultimo posto con 10 punti in coabitazione con Baronissi che nelle ultime due partite ha portato a casa cinque punti, rimontandone tra giovedì e ieri sera su Marsala ben due. Proprio quelli di ieri sera.

Per quanto concerne la prossima partita, la Sigel e Lpm Bam Mondovì apriranno alle 20,30 al PalaManera il prossimo 4 gennaio la 16^giornata (7°turno di ritorno). Ma a ciò, e alla Lpm Bam Mondovì seconda forza di torneo, ci si penserà alla ripresa degli allenamenti e a settimana prossima.

Tabellino. Sigel Marsala Volley-P2P Baronissi: 2-3 [20/25; 25/23; 24/26; 28/26; 15/11]

Sigel Marsala Volley: Mangani 11, Caruso 16, Vallicelli 3, Dahlke 15, Bertaiola 14, Colarusso 14, Lorenzini (L), Soleti 2, Scire’ 1, Vaccaro, Galletti. ne: Buiatti (L), Laragione. Coach: Paolo Collavini; vice: Daris Amadio

P2P Smilers Baronissi: Ferrara 7, Martinuzzo 3, De Lellis 2, Panucci 14, Travaglini 9, Esdelle 33, Ferrara (L), Bartesaghi 12, D’Arco 2, Sestini. ne: Peruzzi, Norgini (L), Amaturo. Coach: Leo Barbieri; vice: Stefano Cinelli.

Arbitri: Fabio Toni di Terni e Luca Grassia di Frascati (Rm)

Spettatori: 200