Sant’Angelo Muxaro. In sicurezza il cimitero e il centro abitato

98

Oggi è possibile pronunciare la parola ‘fine’ all’attesa di venticinque anni per il consolidamento del costone sul quale si erge il Comune di Sant’Angelo Muxaro, nell’Agrigentino. L’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e diretto da Maurizio Croce, ha infatti pubblicato la gara – per un importo di due milioni e duecentomila euro – per i lavori di messa in sicurezza del versante nord-est.
A pochi giorni di distanza dal finanziamento della progettazione esecutiva del versante sud che comprende il sito archeologico e parte dell’abitato, la Struttura commissariale raggiunge un altro importante traguardo, in una zona di rischio molto elevato e che per questo ha una classificazione R4. E’ dei primi anni Novanta il progetto iniziale, che ha subito nel tempo varie modifiche, facendo registrare un ritardo record a causa di ostacoli burocratici e difficoltà di ordine finanziario.
Oggi si chiude il cerchio con un intervento che riporta la serenità nell’area compresa tra il cimitero comunale e via Porta di Spagna. Per i proprietari delle case e dei terreni su quel lato della collina oltre che per l’utenza della strada provinciale 19 che collega con San Biagio Platani, l’anno si chiude nel migliore dei modi. Le soluzioni tecniche previste consistono nella stabilizzazione del pendio e in interventi di disgaggio dei massi instabili, con opere di rinforzo e realizzazione di sistemi di chiodatura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.