Spacciatori mal fidati. Tre arresti a Palagonia

I Carabinieri della Stazione di Palagonia, coadiuvati da personale dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sicilia”, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, i tre palagonesi Gaetano Ardizzone di 48 anni, Giovanni Carlo La Spina di 37 e Salvatore Napoli di 30.

Nella tarda serata di sabato, i militari hanno circondato un’abitazione di via Mala, notando un pellegrinaggio di assuntoti di droga che mostravano i soldi per la dose alla telecamera posta a protezione, come da richiesta dagli stessi spacciatori! 

Gli spacciatori, accortosi in video della presenza dei militari, non hanno più aperto la porta ovviamente neanche ai clienti i quali, a loro volta, avevano scambiato i carabinieri in borghese per altri tossicodipendenti prima di restare con un palmo di naso alla visione del tesserino di riconoscimento.

A questo punto, i militari hanno deciso di fare irruzione nell’abitazione, nonostante gli occupanti opponessero resistenza all’apertura della porta che, inevitabilmente, è stata buttata giù con forza ferendo leggermente al volto Napoli.

Al suo interno sono stati trovati i tre arrestati, nonché 14 dosi di eroina già suddivise e pronte per la vendita al minuto, materiale per il confezionamento, due bilancini di precisione, nonché la somma di 330 euro e l’impianto di telecamere che il terzetto utilizzava per la sorveglianza esterna dell’edificio.

Al termine delle formalità di rito, Ardizzone è stato tradotto nel carcere di Caltagirone, mentre La Spina e Napoli sono stati posti agli arresti domiciliari.