Scuola, il Circolo Cavour di Marsala ancora in attesa di risposte da parte dell’amministrazione

Un anno si è concluso ed un altro è iniziato. Dopo la pausa delle festività natalizie, anche i piccoli alunni lilibetani sono tornati sui banchi di scuola ma, per quanto riguarda le questioni attinenti al II Circolo Didattico Cavour di Marsala che vi avevamo raccontato a dicembre (leggi qui), non ci sono novità.

Gli aspetti sono molteplici.

Da un lato infatti c’è il problema che riguarda la scuola dell’Infanzia con sede al Plesso Piazza dove si chiede l’istallazione della pompa antincendio.

La normativa in materia di sicurezza stabilisce che, in assenza di questa, il numero di persone che possono essere presenti all’interno della struttura non deve superare le 100 unità. Ciò comporta che a turno, i piccoli alunni (compresi fra i 3 e 5 anni) sono costretti a lasciare la loro classe per spostarsi nel plesso attiguo. Ne conseguono disagi sia dal punto di vista dell’attività didattica che subisce un rallentamento sia dal punto di vista dell’organizzazione del servizio mensa con l’aggiunta di un turno alle 13.30.

Problemi di natura diversa invece quelli che riguardano il Plesso Cavour, sede della scuola elementare (leggi qui). Qui il dirigente, il prof. Domenico Pocorobba, aveva chiesto la presenza di un vigilante che aiutasse i bambini durante le fasi di entrata ed uscita da scuola alla luce del caos e del traffico che si generano.

Nello stesso plesso, al momento gli alunni non possono neanche usufruire della propria palestra in quanto questa avrebbe bisogno di alcuni interventi di manutenzione come la sistemazione del pavimento e l’istallazione di protezioni anti-urto. L’impossibilità di usufruire della palestra impedisce di fatto agli alunni di svolgere la regolare attività fisica prevista nel piano di studi.

Per tutte le tre questioni il dirigente ha chiesto l’intervento della competente amministrazione comunale ma, da quanto sappiamo, nessun intervento è ancora stato messo in atto.