I Servizi Sociali del Distretto socio-sanitario 53 in attività per il Reddito di Cittadinanza

177

Sono circa 2000 le famiglie percettrici del Rdc. Sottoscritti i primi Patti per l’Inclusione presso gli uffici dei Servizi Sociali del Comune di Mazara del Vallo

Gli assistenti sociali dell’équipe multidisciplinare del Comune di Mazara del Vallo sono alle prese, dallo scorso novembre, con i colloqui rivolti ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Le famiglie beneficiarie, che vengono convocate dai Servizi Sociali del Comune secondo l’ordine cronologico di presentazione dell’istanza all’INPS, sottoscrivono il Patto per l’Inclusione Sociale finalizzato all’erogazione di specifici sostegni.

Tra i sostegni dedicati sia ad alcuni nuclei familiari beneficiari della Carta Sia/Rei che del Reddito di Cittadinanza, in particolare per i minori, c’è il Servizio di Assistenza Educativa Domiciliare che è stato aggiudicato dal Distretto al raggruppamento temporaneo d’imprese Cooperativa Sociale Vivere Con (capogruppo) e Società Cooperativa Solidarietà e Azione (mandataria) per un importo complessivo di circa 150 mila euro e che sarà attivato a breve.

@Per i beneficiari – sottolinea l’assessore alle Politiche Sociali Vito Billardello – è prevista la partecipazione ai PUC – Progetti Utili alla Collettività – che si svolgeranno in ambito sociale, culturale, artistico e formativo a partire dai prossimi mesi, solo dopo l’attivazione della relativa sezione nella piattaforma ministeriale GePI”. 

Il Reddito di Cittadinanza, che ha preso il posto del precedente Sostegno all’Inclusione Attiva-SIA e del Reddito di Inclusione-ReI, ha previsto criteri di accesso meno restrittivi favorendo così l’erogazione del beneficio a un numero maggiore di famiglie. Solo a Mazara del Vallo, infatti, più di mille nuclei familiari hanno goduto del beneficio SIA-ReI erogato dall’INPS nel biennio 2017-2019, mentre sono oltre duemila le famiglie che stanno attualmente godendo del Reddito di Cittadinanza.

Così come i percettori di RdC, anche i cittadini che hanno usufruito della carta SIA-ReI hanno sottoscritto un progetto personalizzato definito dall’équipe multidisciplinare del Comune e molti di loro hanno svolto lavori socialmente utili partecipando attivamente ai tirocini di inclusione. Tra gli altri servizi, sono stati attivati anche tre corsi di formazione, lo sport gratuito per i minori e sostegni specifici destinati a nuclei in difficoltà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.