Panino e panelle: al Mercato di Marsala si morde un vero monumento della città

11778

Vale più di un monumento. Dire che la tappa lì è obbligata è più che ovvio per diverse ragioni: primo perché è il miglior modo per dare il benvenuto agli ospiti in città, dopo l’ingresso principale attraverso Porta Garibaldi, secondo perché si rende subito idea dello straordinario patrimonio culinario delle nostre tradizioni. Il chiosco delle panelle è storia a Marsala con oltre 60 anni di attività; la ristrutturazione dell’Antico Mercato Ittico, ex quartiere spagnolo, luogo di ritrovo che anima la movida marsalese, non ha intaccato l’identità del chioschetto che da anni offre, nella sua più grande semplicità, il migliore assaggio di panelle e pizza rianata. Lo chiamano street food, per definire la moderna tendenza a scegliere il cibo di strada, ricercato e selezionato, per un pasto. Anni fa il termine britannico era del tutto ignorato dalle nostre parti, forse ancora oggi lo è, preferito di certo al più diffuso “panellaro” parola comprensibile a tutti, vecchie e nuove generazioni, pronunciata a tutte le età. Ipotizzando un sondaggio sfidiamo a trovare persone che almeno una volta non siano passati da qui.

Quella finestrella, che racchiude pochi metri quadri di cucina, che si affaccia sulla imponente piazza Addolorata, continua ad essere meta di appagamento per molti palati. Per la merenda di metà mattinata, il pranzo o la cena veloce, l’antipasto di gusto, nei suoi storici formati, piccolo o grande, il panino con le panelle è una scelta irrinunciabile che richiede un ripasso almeno una volta al mese per i più attenti alla linea. Con sale, pepe e limone, arricchito da ketchup oppure semplice … ci vuole poco per esaltare il sapore della frittella di farina di ceci fatta secondo una ricetta che ha mille anni di storia e che porta la firma della contaminazione araba in Sicilia. L’impasto ottenuto da acqua e farina viene fatto raffreddare fino ad ottenere un panetto compatto che viene tagliato a fettine, fritte in olio bollente.

Se volessimo proclamare il Re della piazza lo è di certo questo delizioso panino che porta la firma di Diego e del nipote Valerio: instancabili, sempre presenti, costanti nella lavorazione dei prodotti e nel servizio offerto ad una città alla loro portata. Qui di gente ne passa…tanta… curiosi, clienti, famiglie, mamme e bambini, ragazzi, lavoratori e portano i loro umori, le chiacchiere, i problemi che trovano sempre un momento di tregua quando i titolari porgono fra le loro mani questo soffice panino fumante, imbottito di quel giallo ocra che parla di Marsala e di tanta semplicità che piace a tutti.

Antonella Lusseri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.