Marsala 2020. Giulia Adamo: pronta a candidarmi per un progetto comune

Nella conferenza stampa di ieri a Palazzo Burgio Spanò, erano presenti per ascoltare l’ex sindaco Giulia ADamo, numerosi rappresentanti della politica, tra questi: Renato Curcio di Diventerà Bellissima; Paolo Ruggieri per Progettiamo Marsala; Mauro Plescia, Vito Armato e Michele De Bonis per la Lega; il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Massimo Domingo; gli ex assessori Benny Musillami e Oreste Alagna, i consiglieri Ginetta Ingrassia, Arturo Galfano, Letizia Arcara e Vito Cimiotta. Ma anche tanti ex dirigenti e dipendenti del Comune, nonché, l’avv. Diego Maggio.

Giulia Adamo ha ricostruito alcuni passaggi della sua vita politica, da quando iniziò come assessore nella Giunta Lombardo, fino all’ultima esperienza da Sindaco, interrotta dalla vicenda che l’ha vista coinvolta nel processo “Spese pazze all’Ars”.

La Adamo, ha ribadito la sua volontà a tornare ad essere parte attiva della vita politica marsalese e non esclude la sua candidatura. Ha precisato, confermando i rumors che si sono susseguiti negli ultimi giorni, di aver già incontrato buona parte dei rappresentanti politici.

La Adamo, dopo aver ribadito di essere stata sempre di centrodestra, ha precisato che la sua candidatura (legata sempre alla sentenza del prossimo 24 marzo, ndr), abbraccia un progetto civico che, coinvolge i partiti del centrodestra, insieme a personalità e liste civiche “purchè ci sia disponibilità a lavorare ad un progetto comune”. “Bisogna far tesoro delle sconfitte del passato. – afferma l’ex sindaco –  C’è bisogno di una partecipazione diversa e migliore. Non si può puntare su una singola persona. Se siamo un gruppo coeso attorno a un progetto, la cosa diventa certamente più interessante e funzionante”.