Miccichè riceve il console generale degli Usa a Napoli: “Incontro utile per rafforzare i legami della Sicilia con gli States”

Il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, ha ricevuto in visita ufficiale, a Palazzo Reale, il console generale degli Stati Uniti a Napoli, con competenza sul Sud Italia, Mary Avery. Durante l’incontro, sono stati toccati alcuni importanti temi: dalla storica amicizia tra l’America e la Sicilia agli investimenti commerciali in Italia e in Europa, ai rapporti tra gli Usa e la Cina.  

“La Sicilia da sempre ha legami molto forti con gli Stati Uniti in svariati campi di interesse – ha detto il presidente dell’Ars –. Nell’ambito medico, il Centro di eccellenza sanitaria Rimed, dopo tanti anni, finalmente è in dirittura di arrivo. Fui io a volerlo fortemente, tant’è che andai a Pittsburg per convincere gli americani a venire a investire qui da noi, dopo la positiva esperienza della fondazione dell’Ismett, il più importante Centro trapianti dell’area euro-mediterranea”.  

“Ho avuto un colloquio molto cordiale con il presidente Micciché – ha spiegato il console americano -. Gli Stati Uniti hanno legami molto forti con questa regione e siamo grati per l’accoglienza che la Sicilia offre a centinaia di migliaia di americani che ogni anno scelgono di venire qui per turismo, affari e scambi culturali. Sono anche grata per il privilegio che ho avuto di visitare la Cappella Palatina all’interno di Palazzo dei Normanni, un’opera d’arte straordinaria di cui l’intera Sicilia può essere orgogliosa”.

Il presidente Miccichè ha donato all’ospite un volume sulla millenaria storia del Palazzo Reale.