Il vino Marsala ieri, oggi e domani. Intervista al prof. Ercole Alagna

Con più di 70 anni di attività alle spalle, le Cantine Alagna – Baglio Baiata racchiudono oggi, dentro le proprie mura e tra i vigneti, tutti i profumi e le tradizioni  della viticoltura marsalese: dalle tipologie di Marsala alle botti per l’invecchiamento passando per storie ed aneddoti.

Sparsi nei comuni di Marsala, Mazara, Trapani e Salemi sono circa 50 gli ettari che compongono l’azienda e da cui provengono le uve Nero d’avola, Grillo, Catarratto, Inzolia e Damaschino necessari per la produzione del vino Marsala e degli altri prodotti dell’azienda:  Moscato, Zibibbo, Cremovo,  vino alla mandorla, crema al caffè, Vermouth, vino cotto, vini da tavola e perfino il vino per la Santa Messa.

Di generazione in generazione, l’azienda è sempre stata guidata dalla famiglia Alagna: dal fondatore Giuseppe Alagna al figlio Antonio all’attuale Presidente Ercole Alagna, enologo e docente, che coadiuvato dalla moglie e dai figli ha portato l’azienda sui mercati internazionali collezionando successi anche nell’ambito delle manifestazioni di settore.

Culture della storia e della tradizione vitivinicola marsalese, il prof. Ercole Alagna ci racconta della sua azienda e del vino Marsala, del suo ruolo ieri, oggi e domani nel panorama della viticoltura marsalese.