Il vino Marsala ieri, oggi e domani. Intervista al prof. Ercole Alagna

995

Con più di 70 anni di attività alle spalle, le Cantine Alagna – Baglio Baiata racchiudono oggi, dentro le proprie mura e tra i vigneti, tutti i profumi e le tradizioni  della viticoltura marsalese: dalle tipologie di Marsala alle botti per l’invecchiamento passando per storie ed aneddoti.

Sparsi nei comuni di Marsala, Mazara, Trapani e Salemi sono circa 50 gli ettari che compongono l’azienda e da cui provengono le uve Nero d’avola, Grillo, Catarratto, Inzolia e Damaschino necessari per la produzione del vino Marsala e degli altri prodotti dell’azienda:  Moscato, Zibibbo, Cremovo,  vino alla mandorla, crema al caffè, Vermouth, vino cotto, vini da tavola e perfino il vino per la Santa Messa.

Di generazione in generazione, l’azienda è sempre stata guidata dalla famiglia Alagna: dal fondatore Giuseppe Alagna al figlio Antonio all’attuale Presidente Ercole Alagna, enologo e docente, che coadiuvato dalla moglie e dai figli ha portato l’azienda sui mercati internazionali collezionando successi anche nell’ambito delle manifestazioni di settore.

Culture della storia e della tradizione vitivinicola marsalese, il prof. Ercole Alagna ci racconta della sua azienda e del vino Marsala, del suo ruolo ieri, oggi e domani nel panorama della viticoltura marsalese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.