Agripesca. Toni Scilla: bene la commissione parlamentare ma serve inversione di tendenza

Toni Scilla: Siamo pronti anche a fermare la flotta

Ieri, in commissione parlamentare Agricoltura e Pesca della Camera dei Deputati – fa sapere il presidente di Agripesca Sicilia Toni Scilla – abbiamo discusso ed analizzato il testo unificato, interventi per il settore ittico e in materia di politiche sociali nel settore della pesca professionale. Delega al Governo per il riordino e la semplificazione normativa nel medesimo settore.

Certamente positivo e da apprezzare – continua Scilla – il lavoro svolto dalla commissione parlamentare. È assolutamente necessaria però una inversione di rotta a 360 gradi che determini una semplificazione burocratica del comparto pesca che elimini norme irragionevoli, risolva antinomie giuridiche e produca regolamenti che difendano la specificità della pesca mediterranea.

Agripesca -conclude Toni Scilla- al termine dell’audizione, ha consegnato alla presidenza della commissione parlamentare delle proposte e il proprio punto di vista ed è pronta, qualora non avverrà nulla di nuovo rispetto alla situazione attuale in cui versano le marinerie italiane, ad intraprendere democratiche e legittime forme di protesta che potrebbero sfociare anche in uno sciopero generale. La pesca non può e non deve morire!