La Sigel chiamata a fare bene in casa: domenica esame Talmassons

La gara contro la Cda Talmassons valevole per la 2^giornata di andata del lotto “Salvezza” è il primo di due impegni casalinghi di fila che il calendario ha voluto riservare alla Sigel Marsala. Grazie alla ferma volontà delle azzurre di reagire alle avversità, il momento del varo è stato superato per mezzo di un successo vitale da tre punti consumato un turno fa al PalaPaganelli di Sassuolo. Acuto che riaccende la fiammella della speranza per la rincorsa a un piazzamento Play/out ora distante sei punti.

La nostra formazione sta lavorando alacremente e con dovizia di particolari allo scontro salvezza ravvicinato di domani delle ore 17.00 al “Fortunato Bellina”. In partita potrebbe non bastare il talento che indubbiamente c’è. Ciò va accompagnato da una percentuale di finalizzazione adeguata. Necessario sarà entrare in campo con la “freccia” dell’autostima rivolta all’insù e con la determinazione di volere conquistare subito il primo set. Finanche non mancheranno i momenti di difficoltà. Qualunque atleta venga chiamata a gara in corso dovrà dare il proprio personale contributo. Importante sarà stringersi e aiutarsi e dare manforte alle compagne.

In un clima di assoluta serenità Bertaiola & Co. martedì hanno ripreso il lavoro di preparazione e anche per questa settimana hanno avuto vicina e a fianco la dirigenza. Questa che non ha fatto mancare il supporto del caso, avendo presenziato ad ogni seduta di allenamento delle sigelline. Domani, nel giorno del compleanno della terminale offensiva Linda Mangani, la truppa di Daris Amadio attende l’esame interno contro un avversario ostico, approcciatosi alla seconda serie nazionale da matricola di questo campionato, che con il quinto posto (ad oggi disputerebbe i Play/out contro Acqua & Sapone Roma Volley Club) e i suoi 21 punti, tutti conquistati nella prima parte di stagione, è allo stato attuale dietro a formazioni come Club Italia, Cutrofiano, Montecchio e Macerata.

Il sestetto friulano é allenato da coach Ettore Guidetti ed ha cominciato la fase di post-season con un passo falso. Talmassons è infatti reduce dal pesante 0-3 della 1^giornata che è stato inflitto dalla prima forza che guida il “lotto”: la Roana H.R. Macerata. Fondamentalmente, le udinesi si poggiano su quattro giocatrici: l’alzatrice Martina Stocco, classe 2000, proveniente dal biennio in A2 con Montecchio; Irene Gomiero, classe 1990, schiacciatrice vicentina, riconfermata, ma in precedenza ha militato nella serie A francese vincendo lo scudetto con il Saint Raphael; Irina Smirnova, classe 1990, opposto già affrontata dalle azzurre nella prima parte di stagione con la maglia di Macerata. In Italia è conosciuta per le esperienze con Forlì, Monza e quella più recente e vincente di Perugia; Jessica Joly, 185 cm, schiacciatrice del 2000, lo scorso anno a Sassuolo. In A2 anche con la Lilliput Torino.

Al PalaBellina la direzione di gara è affidata al duo arbitrale composto da Cesare Armandola di Pavia e Paolo Scotti di Cremona-Lodi.